martedì 14 agosto 2018

Blog in lutto



Esprimo la mia massima vicinanza e solidarietà alla città di Genova colpita dal crollo del ponte Morandi.

In queste ore ogni parola può risultare superflua, silenzio e rispetto per le vittime di questa nuova tragedia.


25 commenti:

  1. Eppure è già partito il valzer delle strumentalizzazioni.
    Triste l'Italia.
    Solidarietà.

    RispondiElimina
  2. Esatto. Addirittura ho letto che un politico o un altro avrebbero predetto la tragedia diversi anni fa..
    No comment.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspettiamo gli esperti e la magistratura per capire le cause del cedimento.

      Elimina
  3. Io abito in Liguria a Levante , quando andavo a Ponente a trovare mio fratello , passavo x quel ponte . Potevo esserci anch'io oggi? Come ha detto Claudia , erano anni che dava segni di cedimento e
    aveva bisogno di manutenzione , ma si sà che chi non vuol
    ascoltare..... E poi si urla alla tragedia o al ladro al ladro.
    Troppo tardi , ora urlano le vittime .

    RispondiElimina
  4. Sono con te caro amico!!!
    Ciao e buona serata con un forte abbraccio.
    Tomaso

    RispondiElimina
  5. Non ne sapevo nulla, ora vado a cercare notizie, ma anche io mi stringo vicino alla popolazione di questo territorio, sempre colpito da calamità che di natuale hanno sempre ben poco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stavolta la natura c'entra ben poco.

      Elimina
    2. "Anche" stavolta... Ci stiamo facendo il callo...

      Elimina
  6. Ho appreso la notizia solo nel primo pomeriggio ... mi unisco alle tue parole. Stella.

    RispondiElimina
  7. Concordo con te e il post.

    Un abbraccio ideale per i genovesi.

    RispondiElimina
  8. Non avevo visto il tuo post, e stamattina sono andato in cerca di una candela, una sola candela che nel buio e nel silenzio dicesse del dolore molto più di tante parole. Si sapeva ancora nulla ancora, la tragedia aveva ancora contorni vaghi, e già impazzavano polemiche e contropolemiche sul perché, sul percome e sul percosa fosse accaduto. Ai morti si è arrivati dopo, pur ben sapendo che un'arteria così trafficata non poteva essersi miracolosamente salvata da un tracollo del genere.
    Ieri la Lanterna si è spenta...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ieri subito troppe polemiche, ma sotto a quelle macerie c'erano vite umane da salvare. Un plauso a tutti i soccorritori che hanno lavorato incessantemente tutto il giorno e stanotte.

      Elimina
  9. Condivido pienamente lo stato d'animo. Ho avuto modo di osservare dei video girati qualche giorno prima della tragedia, e le condizioni strutturali viste da sotto il ponte, ERANO ALLARMANTI..Quel ponte doveva essere chiuso al traffico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Situazioni simili si notano in varie parti del nostro Paese.

      Elimina
  10. Come hai scritto tu, ora è il momento di tacere e di rispettare le vittime di questa tragedia. Evitiamo "processi" mediatici ed evitiamo di diffondere notizie false.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nei prossimi giorni la situazione sarà più chiara.

      Elimina

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione. Vi ricordo, prima di lasciare qualche commento, di leggere attentamente la privacy policy. Ricordatevi che lasciando un commento nel modulo, il vostro username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile, inoltre potrà portare al vostro profilo a seconda della impostazione che si è scelta.