giovedì 26 marzo 2015

Giorno di pioggia di Henry Wadsworth Longfellow



Giorno di pioggia

La giornata è fredda, e scura, e cupa
Piove, e il vento non è mai stanco
La vite si aggrappa ancora al muro in rovina,
Ma ad ogni raffica le foglie morte cadono,
E i giorni sono scuri e cupi.
La mia vita è fredda e scura e cupa;
Piove, e il vento non è mai stanco;
I miei pensieri si aggrappano ancora al passato in rovina,
Ma le speranze della gioventù cadono fitte nell’esplosione,
E i giorni sono scuri e cupi.
Fermati, cuore triste!  E smettila di lamentarti;
Dietro le nuvole il sole sta ancora splendendo
Il tuo destino è il destino comune di tutti
Nella vita di ognuno di noi deve cadere un pò di pioggia.
Alcuni giorni devono essere scuri e cupi.

Henry Wadsworth Longfellow

Nasce Graphic News

Invito tutti a conoscere questo sito e tra l'altro i lavori sono rilasciati con una licenza Creative Commons.

mercoledì 25 marzo 2015

Citazione del giorno

 
"Non c'è fuoco né gelo tale da sfidare ciò che un uomo può accumulare nel proprio cuore."

Francis Scott Fitzgerald
 
 

Tunisi: al via il World social forum 2015

 
Articolo da DinamoPress
Si sono aperti i lavori del world social forum 2015 a Tunisi, dopo l'attentato al museo del Bardo. Gli organizzatori, associazioni e movimenti di tutto il pianeta avevano infatti annunciato di non voler cedere davanti al terrore. La manifestazione di ieri, voluta dagli organizzatori del forum e terminata proprio davanti il Bardo.
(Tunisi 24 Marzo). Oggi pomeriggio si è svolto sotto una pioggia scrosciante il corteo di apertura del forum sociale mondiale 2015, convocato dagli organizzatori del forum . Molto alta la partecipazione alla manifestazione di moltissime organizzazioni tunisine e internazionali che hanno dato vita al corteo per portare solidarietà alle vittime dell'attentato al Musée du Bardo e alla Tunisia e per respingere la paura seminata dagli attentati.
Negli ultimi giorni Tunisi è stata attraversata da importanti manifestazioni e cortei che hanno mostrato il volto di un paese che continua a scendere in piazza e che rifiuta la logica del terrore imposta da fazioni estremiste che precludono la via alla costruzione di un'alternativa democratica che la società tunisina prova ad aprire e costruire dai giorni più promettenti della rivoluzione dei gelsomini fino ad un presente reso più difficile da fatti come quello dell'attentato al bardo
Il corteo di apertura del social forum è partito alle 15 da Place Bab Saadoun per raggiungere la piazza antistante il museo del Bardo al grido di "Nous sommes tout Tunisien" e "Fuori il terrorismo".

Continua la lettura su DinamoPress


Fonte: DinamoPress

Autore: Michela Nicolucci

Licenza: Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.


Articolo tratto interamente da DinamoPress

 

martedì 24 marzo 2015

L'albero degli zoccoli: recensione del film



L'albero degli zoccoli è un film del 1978 diretto da Ermanno Olmi, vincitore della Palma d'oro al 31º Festival di Cannes.

Trama

In una cascina di pianura a Palosco (nella campagna bergamasca), tra l'autunno 1897 e la primavera 1898, vivono 4 famiglie di contadini. Mènec (Domenico), un bimbo di 6 anni sveglio ed intelligente, deve fare 6 chilometri per andare a scuola. Un giorno torna a casa con uno zoccolo rotto. Non avendo soldi per comprare un nuovo paio di scarpe, il padre Batistì decide di tagliare di nascosto un albero per fare un nuovo paio di zoccoli al figlio. Il padrone della cascina però viene a saperlo e alla fine viene scoperto il colpevole: la famiglia di Mènec, composta dal padre Batistì, dalla moglie Battistina e dai tre figli di cui uno ancora in fasce, caricate le povere cose sul carro, viene cacciata dalla cascina.
Accanto a questa vicenda che apre, chiude e dà il titolo al film, si alternano episodi della umile vita contadina della cascina, contrassegnata dal lavoro nei campi e dalla preghiera. La vedova Runk a cui è da poco mancato il marito, è costretta a lavorare come lavandaia per poter sfamare i suoi figli, mentre il figlio maggiore di 14 anni viene assunto come garzone al mulino. Anche in questa situazione d'indigenza, non viene mai a mancare la carità verso i più poveri, come Giopa, un mendicante che si reca da loro in cerca di cibo. A peggiorare la situazione, la mucca da latte della famiglia si ammala, tanto che il veterinario, fatto chiamare dal paese, consiglia loro di macellarla, considerandola spacciata. Tuttavia la vedova riempie un fiasco con dell'acqua che va a benedire in chiesa implorando la grazia al Signore, e fa bere l'acqua benedetta alla mucca. L'animale dopo alcuni giorni guarisce. Con loro vive anche nonno Anselmo, padre della vedova, un ingegnoso e saggio contadino (sostituendo in gran segreto, con la complicità della nipote Bettina, lo sterco di gallina a quello di mucca come concime, riesce a far maturare i propri pomodori un mese prima degli altri). Anselmo è molto amato dai bambini ed è il continuatore della cultura popolare, fatta di proverbi e filastrocche, che si tramanda oralmente di generazione in generazione.

Francia, precipitato aereo con 150 persone a bordo

Airbus A320-211 (D-AIQR) 01

Un Airbus A320 della compagnia Germanwings è precipitato stamattina in Francia, nella regione Alpes de Haute-Provence, a bordo c'erano 150 persone tra cui: 144 passeggeri e 6 membri dell'equipaggio.

Il volo della compagnia low cost tedesca (gruppo Lufthansa) era diretto a Düsseldorf, ma dopo qualche ora dalla partenza da Barcellona è scomparso dai radar.

In questi minuti sono in corso le ricerche e ci sono poche speranze di trovare qualche superstite.

Le cause dell'incidente sono ancora ignote e forse solo il ritrovamento della scatola nera, chiarirà la dinamica di questa sciagura.

Photo credit Frank Schwichtenberg (Opera propria) [CC BY-SA 3.0], attraverso Wikimedia Commons

Vi segnalo (post interessanti da altri blog)


Oggi vi consiglio:

Cinque odiosi luoghi comuni dei lettori tratto da Ferruccio Gianola

Si parla di esperti di libri.

Presenze tratto da Calimero

Uno dei tanti bei racconti che troverete in questo spazio.

Come disattivare il nuovo Autoplay su YouTube 'Prossimo Video' tratto da Gekissimo.net

Come disattivare questa nuova funzione.