venerdì 16 gennaio 2015

Greta e Vanessa sono tornate a casa


Finalmente, Greta e Vanessa sono arrivate in Italia all'aeroporto di Ciampino. Le due studentesse erano volontarie per il progetto Horryaty; che riuniva varie associazioni di volontariato per portare medicine in Siria e tenere corsi di formazione di primo soccorso; il 31luglio del 2014 a nord della Siria, fra Aleppo e Idlib è state rapite da un gruppo di persone.

La notizia della loro liberazione ha suscitato purtroppo aspre polemiche su un ipotetico pagamento del riscatto di circa 12 milioni di dollari. In un paese "normale" dovremmo essere contenti della liberazione di due volontarie ventenni; che invece di pensare allo sballo del week end, hanno scelto una direzione diversa cioè fare del bene al prossimo.

Vorrei soltanto elencarvi alcuni epiteti (i più carini) che sono apparsi sui vari social network e non solo:

Dementi, cretine, incoscienti, beduine e per rispetto a Greta e Vanessa e le loro famiglie, mi fermo qui.


Siamo in un paese "democratico", certo, ognuno può dire quello che vuole; ma qui si perde il senso della realtà, magari queste persone si reputano anche religiose e preferiscono difendere qualche assassino in missione di guerra, piuttosto che due ragazze, che potrebbero essere loro sorelle, figlie o fidanzate; colpevoli soltanto di avere un ideale, una passione e sfidare tutti i pericoli che possono esservi in un paese come la Siria. Ricordo anche che le due cooperanti non erano due sprovvedute e in passato avevano già lavorato a progetti umanitari in altri paesi a rischio.

Si può certamente capire la rabbia e lo sgomento, che possono suscitare le notizie di un pagamento di riscatto a dei delinquenti; ma cosa si poteva fare di più? Forse qualcuno avrebbe desiderato che le due ragazze fossero uccise come purtroppo è già successo?

La cosa che più fa adirare è che i commenti negativi vengano anche da alcuni "leader" politici, parlando di soldi pubblici; quando poi siamo noi che paghiamo lauti stipendi a questi che vanno a dire cacchiate in televisione e ovviamente nessuna protesta.

Aspettando che qualche nuvola d'intelligenza arrivi anche in Italia, rimane la gioia per la liberazione di Greta e Vanessa.


Autore: Mariangela B.

Coautore: Cavaliere oscuro del web

Photo credit Mauro Biani caricata su www.maurobiani.it - licenza foto: Creative Commons

20 commenti:

  1. Una storia finita bene caro Vincenzo!!!
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Ogni tanto una buona notizia!

    Ispy 2.0

    RispondiElimina
  3. Ma i dodici milioni li rimborsano in comode rate?!? dai fatemi giocare un po'.. in fondo è una bella notizia.. per riavere i Marò, invece, sembra che rinunciare al flusso commerciale italo/indiano, come arma di ricatto sia molto più dispendioso.. per cui chissà quando li rivedremo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricordiamo che sono morti due pescatori e bisogna ancora accertare la verità.

      Elimina
  4. Sono felicissima che siano finalmente libere!
    Del resto... è inutile stare lì a discutere. La madre degli... diciamo dei poco furbi è sempre incinta e ha parti plurimi!
    Queste ragazze sono due persone speciali. Non fanno parte del gregge purtroppo molto numeroso dei menefreghisti. Si distinguono! Per questo vengono criticate aspramente.
    Onore a Loro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aiutare chi ha bisogno, non è una virtù che si trova facilmente.

      Elimina
    2. Infatti, Vincenzo. E chi le critica tanto è proprio chi se ne sta comodamente seduto in poltrona a farsi gli affari suoi

      Elimina
    3. Credendo alle favole che raccontano i mass media tradizionali e i politici.

      Elimina
  5. Ciao CODW,
    finalmente una bella notizia nel mare delle nefandezze di questi tempi.
    Si nota la miseria morale di certe esternazioni, basta ignorarle e cadranno nel vuoto!
    Marilena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo esiste troppo poco rispetto nei confronti del prossimo.

      Elimina
  6. Per salvare delle vite soprattutto in questo caso non credo si potesse agire diversamente. Spero si godano la loro "nuova" vita.
    A presto .. Dream Teller

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ultimamente vedo troppo disprezzo della vita umana, soprattutto da falsi moralisti.

      Elimina
  7. Criticate sin dall'inizio per la loro missione umanitaria e per il loro coraggio, dallo stesso popolo di italiani-conigli che non è in grado di scendere in piazza nemmeno per i propri diritti, figuriamoci per quelli degli altri... E non dico assolutamente di essere più coraggiosa di tutti gli altri, semplicemente non riesco ad essere scontenta della liberazione di queste ragazze... E sono d'accordo sul fatto che questo riscatto sia sbagliato, ma non per l'esborso dello Stato, ma perché è un finanziamento a fondo perduto a favore dei fondamentalisti... Ma vi erano alternative? No, quindi inutile fare inutili polemiche... Come dice Patricia la mamma degli idioti è sempre incinta...

    Maira

    RispondiElimina
  8. Una bella notizia. Sono contenta che queste due ragazze sono state liberate.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dopo tante brutte notizie, finalmente una buona.

      Elimina
  9. Siamo tutti contenti del loro ritorno a casa e che riescano a superare la loro brutta esperienza.
    Ciao
    sinforosa

    RispondiElimina

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione.