mercoledì 27 marzo 2019

Commenti liberi sulla nuova direttiva Ue sul copyright



Ieri il Parlamento europeo, ha approvato la nuova direttiva sul copyright. I vari stati membri avranno due anni di tempo per recepire ed attuare questa normativa. Sono profondamente deluso, non solo da questa normativa, che ha poco di moderno, ma soprattutto dalla scarsità di partecipazione a trattare questi argomenti da parte di blogger, youtuber e gestori di varie pagine social.

Le norme non sono chiare, come al solito sono vaghe e in teoria esclude chi non a scopo di lucro (da verificare).

Quindi se toccherà anche ai blog, almeno il mio spazio chiuderà.


Aspetto una vostra opinione in merito.


16 commenti:

  1. Non chiuderai, sono abbastanza ottimista. Pochi ne hanno parlato perché anche è una materia complessa, è stata poco trattata dai media e sempre con toni concilianti verso la piccola utenza, dipingendo la riforma stessa come volta a colpire i giganti cattivoni del web. Ora il problema grosso a mio avviso è che se anche vogliamo dare credito a questa tesi, ed ossia pensare che il copyright colpirebbe solo i giganti del web che pagherebbero i titolari del diritto per permetterci in sostanza di continuare a lineare articoli come facciamo adesso, resta il timore, secondo me, di una possibile loro rivalsa su di noi. Un po' come con l'IVA: la pagano i commercianti tecnicamente e giuridicamente parlando, ma poi di fatto vista che viene ricaricata sul prezzo al dettaglio del prodotto che compriamo, la paghiamo noi. Ecco temo rischi o per richieste economiche nei nostri confronti o peggio ancora di oscuramento di certi articoli con la scusa del copyright non pagato da loro.

    Credo che soprattutto per gli articoli linkati di informazione sia una direttiva assurda. Posso forse ancora concepire che Youtube e non i suoi utenti, paghi diritti d'autore ad un cantante per il suo video della canzone come accade se passa in radio, ma per articoli linkati di giornale e servizi tv nonchè anche tante altre situazioni inerenti a questa direttiva, non sono convinto affatto.

    Staremo a vedere.

    RispondiElimina
  2. Fermo fermo, altroché chiudere il blog!
    I problemi maggiori sono due:
    - youtube che forse dovrà rivedere in modo restrittivo le norme sul caricamento dei video;
    - la piattaforma blogger potrebbe non accettare più alcune foto (ma il problema per molti di voi blogger secondo me non si pone...).

    Per il resto io credo che blog come il tuo siano tranquilli anche riportando notizie di altri siti.
    D'altro canto non è un semplice riportare, ma anche sviluppare una discussione nei commenti.
    E non c'è scopo di lucro.
    Quella norma è fatta per mettere in crisi google news e quei tanti siti che si limitano a prendere contenuti dai siti di informazione, generando traffico, senza alcun tipo di interazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema non si pone con gli articoli che spesso condivido, visto che sono tutti con licenza di tipo Creative Commons oppure Copyleft.
      Rimane un questione di principio, si è voluto colpire i grandi, ma alla fine pagano sempre i piccoli.

      Elimina
  3. Caro Vincenzo, io non ne capisco tanto, ma sono leggermente ottimista.
    Ciao e buon pomeriggio con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  4. Sai Vincenzo io non ho ben compreso, ho bisogno di esempi.
    Spero che perlomeno ci siano avvisi prima di qualsiasi azione. Se così fosse, nel tuo caso basterebbe aggiustare e correggere. Non so, forse sbaglio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Queste sono direttive, la legge tocca ad ogni singolo stato.

      Elimina
  5. Ho ascoltato parecchi pareri a trasmissioni radiofoniche della Rai e non ho capito quanto noi blogger, saremmo coinvolti. Per esempio potrò ancora inserire nei post video musicali? Potrò ancora citare frasi da libri o inserire link che rimandano ad altri siti/canali? Secondo gli esperti sì, io ho i miei dubbi. Ciao ciao.
    sinforosa

    RispondiElimina
  6. Si in effetti se ne parla troppo poco. Io non sono molto ottimista invece Daniele. In effetti anche se, come hai detto tu loro dicono che tutto ciò è solo per fare pagere quanto dovuto ai giganti del web. Se passa questa linea sicuramente loro si rivarranno in qualche modo sui singoli utenti. Almeno questo è quanto mai probabile

    RispondiElimina
  7. Caro Cavaliere, sei sicuramente più afferrato in materia ma citando la fonte, non credo sia un problema.
    Nel mio blog ci scrivo io, se utilizzo delle immagini sono relative al contenuto e quindi di pertinenza. Certo se dovrò linkare dei video boh.

    RispondiElimina
  8. Staremo a vedere, speriamo bene, non ho letto la normativa, ma credo che saremo avvertiti dei cambiamenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bisogna documentarsi in rete, ci sono tanti avvocati esperti.

      Elimina

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione. Vi ricordo, prima di lasciare qualche commento, di leggere attentamente la privacy policy. Ricordatevi che lasciando un commento nel modulo, il vostro username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile, inoltre potrà portare al vostro profilo a seconda della impostazione che si è scelta.