sabato 2 aprile 2011

Vogliono togliere dalla Costituzione una norma antifascista


Sembrava ieri un pesce d'aprile e invece era tutto reale.Nei giorni scorsi è stato presentato un emendamento , che  abolisce la norma che vieta la ricostituzione del partito fascista.

Vi invito a leggere l'articolo su  Giornalettismo.com

Aspetto una vostra opinione in merito.

16 commenti:

  1. O santa pazienza, penso che Pertini - per citarne uno - si stia rivoltando nella tomba. Chi ha fatto sta proposta, pensa poi di ricostituirlo pure? Prossimo passo saranno le leggi fascistissime.

    RispondiElimina
  2. I Savoia sono tornati dall'esilio e l'erede si dedica a danza e canzoni, il nome Mussolini spesso lo associamo ad Alessandra. Il M.S.I. di Almirante era nei fatti la ricostruzione del partito fascista, dentro le sedi spesso c'erano simulacri del Duce; oggi come residui del M.S.I. abbiamo Fini e La Russa che stanno in posizioni diverse. Si potrebbe dire che tutto è da tempo superato e che si mantiene una norma anacronistica. Una volta tolta questa norma però cosa potrebbe accadere: qualcuno ufficialmente fonda un partito chiamato fascista? Evidentemente dovrà avere un programma ufficiale: l'eliminazione delle libertà democratiche, eliminazione del Parlamento, costituzione di una società fondata sulle rappresentanze delle corporazioni, guida del partito unico. E' il desiderio che cova dietro la proposta che deve farci paura.

    RispondiElimina
  3. un tempo al fascismo si oppose l'antifascismo, anche armato.

    RispondiElimina
  4. ...Non c'è limite...
    in questo contesto tutto è possibile.

    RispondiElimina
  5. Stiamo attraversando il periodo peggiore dal dopoguerra.
    In realtà il partito fascista c'è già( vedi La Russa... da vomito) ... ma almeno la norma costituzionale mette ancora dei paletti.
    Dove vogliono arrivare?
    D'altronde il berlusca ha baciato le mani a Gheddafi.
    Forse bisogna risalire sulle montagne, come fecero i nostri padri.
    "A nuttata nu pass"

    RispondiElimina
  6. E' impensabile che possa passare inosservata una proposta del genere, ma se dovesse accadere,sono d'accordo con Antonio.
    Cristiana

    RispondiElimina
  7. Per quello che vale la nostra Costituzione....
    Andrò a leggere l'articolo

    RispondiElimina
  8. sono di fretta ...passo per un saluto veloce, buona domenica!! a presto!

    RispondiElimina
  9. no vabbe'... ma spero e veramente lo auspico che in quell'occasione se nn c'è una rivolta popolare almeno il resto del parlamento si alzi ed esca fuori. così col cappero che fanno la votazione! un saluto

    RispondiElimina
  10. Voce fuori dal coro, che ben venga!siamo o no in democrazia?
    Ciao, buona domenica
    Anna

    RispondiElimina
  11. Sono sempre piu' preoccupata riguardo a dove andremo a finire!

    RispondiElimina
  12. Antoni, Cristiana, Adriano...io ci sono.

    RispondiElimina
  13. Purtroppo hai ragione Cavaliere. A proporre questo disegno di legge è Cristiano De Escher del PDL. Lo stesso che ebbe il ruolo di coprotagonista nell’inchiesta sulla bomba di Piazza Fontana a Milano, che il 12 dicembre 1969 che provocò la morte di 17 persone, e il volo da un davanzale della questura di un innocente, Pino Pinelli.
    Non finiranno mai di stupirci, ecco chi ci Governa!

    RispondiElimina
  14. ...non glielo permetteremo!!!!!
    Un caro saluto e buon inizio settimana.

    RispondiElimina

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione.