sabato 8 agosto 2015

Casotto: recensione del film



Casotto è un film del 1977, diretto dal regista Sergio Citti.

Trama

Durante una calda domenica d'agosto, una spaziosa cabina collettiva sulla spiaggia libera di Ostia è occupata a turno da:


Circondati da varia umanità di cui tutti sono parte integrante e cosciente, i protagonisti cercano di risolvere i propri problemi o di raggiungere i propri scopi, illudendosi di piegare la realtà alla propria personale visione delle cose.

Lontano dalla vita di tutti i giorni, in quella parentesi festiva c'è il tempo di studiare e mettere in atto mosse e contromosse fantasiose, che non potranno cambiare gli esiti prevedibili nonostante qualche sviluppo simpatico.

Detta la fine dei giochi un violento ed improvviso acquazzone che costringe tutti ad un frettoloso ritorno in città.



Curiosità sul film

Girato - in gran parte - all'interno d'una cabina collettiva di servizio alla spiaggia, Casotto è una commedia di costume animata da una nutrita galleria di personaggi e da una variegata casistica che rappresentano con chiarezza lo stridente contrasto venutosi a creare tra i rigidi costumi morali italiani e l'ormai dilagante rivoluzione sessuale alla fine degli anni settanta.

La mia opinione

Film molto particolare; ma sempre piacevole da guardare con varie situazioni surreali e a tratti grottesche. Da ricordare una giovanissima Jodie Foster presente nel cast.

Voto: 8


Questo articolo è pubblicato nei termini della GNU Free Documentation License. Esso utilizza materiale tratto da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1 commento:

  1. Una bellissima carrellata sui modi di una varia umanità,diretto da un Citti in stato di grazia,dove si sente la mano del grande Pasolini.
    Ciao,fulvio

    RispondiElimina

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione.