domenica 8 gennaio 2017

Colloquio sentimentale di Paul Verlaine


Colloquio sentimentale

Nel vecchio parco solitario e ghiacciato
due figure poco fa sono passate.

Spenti hanno gli occhi, le labbra senza lena
e le loro parole s'odono appena.

Nel vecchio parco solitario e ghiacciato
due fantasmi hanno evocato il passato.

- Ricordi la nostra estasi d'un tempo?
- Perché mai volete che mi torni in mente?

- Ti batte ancora il cuore al solo mio nome?
Vedi ancora in sogno la mia anima? - No.

Ah! i bei giorni di felicità indicibile
che univamo le nostre bocche! - È possibile.

- Che cielo azzurro, che speranza infinita!
- Sconfitta, verso il cielo nero è fuggita.

Così andavano per le avene incolte,
le loro parole udì solo la notte.

 Paul Verlaine



2 commenti:

  1. Davvero bella. Non l'avevo mai sentita.

    RispondiElimina
  2. Bellissima, non la ricordavo... vien voglia di riprendere a leggerlo *__*

    RispondiElimina

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione.