mercoledì 8 agosto 2012

Senzazione di Arthur Rimbaud


Senzazione

Nelle sere d'estate andrò per i sentieri,
pizzicato dal grano, pestando i fili d'erba;
ne sentirò, sognante, il fresco sotto i piedi.
E al vento lascerò bagnare la mia testa.

Non dirò più parole, non farò più pensieri:
ma un amore infinito mi salirà nel petto,
e andrò molto lontano, sarò come uno zingaro,
come con una donna per i campi contento.


Arthur Rimbaud


8 commenti:

  1. Wow.Non la conoscevo.Grazie.

    Mi viene in mente Jack Black in School of Rock,con le mani verso il cielo:
    -ahhhhhrgh!!Ma che cosa vi insegnano in questo posto!!!

    RispondiElimina
  2. mi piace ed anch'io non la conoscevo.
    Ogni tanto fare lo zingaro non sarebbe male!
    buona serata

    RispondiElimina
  3. UNO DEI PIù GRANDI DI SEMPRE!!!

    RispondiElimina
  4. Una bella poesia. Ottima scelta.

    Buon giovedì!

    RispondiElimina
  5. Rimbaud è da sempre uno dei miei preferiti. Sempre bello rileggerlo :-)

    RispondiElimina
  6. Come una ventata di aria fresca e tanta calma.

    RispondiElimina
  7. Versi più romantici del solito, per Rimbaud!

    RispondiElimina

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione. Vi ricordo, prima di lasciare qualche commento, di leggere attentamente la privacy policy. Ricordatevi che lasciando un commento nel modulo, il vostro username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile, inoltre potrà portare al vostro profilo a seconda della impostazione che si è scelta.