martedì 17 febbraio 2015

Gatto che giochi per strada di Fernando Pessoa



Gatto che giochi per strada

Gatto che giochi per strada
come se fosse il tuo letto
invidio questa tua sorte
che nemmeno sorte si chiama.

Buon servo di leggi fatali
che governano pietre e persone,
possiedi istinti comuni
e senti solo ciò che senti.

Sei felice perché sei così,
tutto il nulla che sei è tuo.
Io mi vedo e non mi ho,
mi conosco e non son io.

Fernando Pessoa

 

14 commenti:

  1. I gatti sono bellissime creature, come i cani e tutti i nostri amici a quattro zampe che ci riempiono la vita!
    Baci

    RispondiElimina
  2. Bellissima poesia, non la conoscevo, un bel pensiero per la loro festa... Buon pomeriggio stefania

    RispondiElimina
  3. Veramente belli questi versi, e i gatti li meritano veramente.
    Ciao e buona serata caro Vincenzo.
    Tomaso

    RispondiElimina
  4. Pessoa mi piace sempre tanto, questa poesia non la conoscevo, il finale mi affascina. Auguri a tutti i gatti!
    Un saluto.
    Antonella

    RispondiElimina
  5. Da questi versi comprendo ancora una volta confermo che il gatto sa sempre esattamente ciò che vuole a differenza di molti esseri umani.
    Ciao Cavaliere

    RispondiElimina
  6. Ho una gattona come quella della foto. :) Adoro i gatti: così liberi, così autonomi e così opportunisti... ^^

    Ispy 2.0

    RispondiElimina
  7. Bellissime parole per un animale che è un vero sovrano.
    Ciao ciao
    sinforosa

    RispondiElimina
  8. Bella poesia, e bello il gatto nella foto: sembra la mia Tosca, che adesso dorme beata qui di fianco a me. =)
    Dani

    RispondiElimina
  9. Sempre belle le poesie che ci proponi!

    un caro saluto

    RispondiElimina
  10. Difficile dirsi che il gatto sia felice perchè è così, di certo lui non se lo chiede..
    cari saluti
    Nou

    RispondiElimina
  11. Animale magico il gatto, giusto omaggio, anche se termini come "servo" e "nulla" poco si legano al gatto, animale libero e pieno di cose ... ma bisognerebbe leggere la poesia forse in modo più approfondito.

    RispondiElimina
  12. Miao, un po' i ritatardo, spero gli A-mici mi perdonino.

    RispondiElimina
  13. Interessante questa poesia: c'è una sorta di invidia in Pessoa per la serenità e la consapevolezza di sé di un gatto.
    Mancavo da un po' dal mondo dei blog, perché impegnata lontano da casa e vedo ora per la prima volta il tuo nuovo header. E' molto diverso dal precedente, ma mi piace, è molto vivo.

    RispondiElimina

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione.