mercoledì 13 aprile 2011

La democrazia in Italia muore lentamente

Non mi aspettavo colpi di scena è un copione già visto in questi mesi; passa alla Camera (figuriamoci al Senato) anche il vergognoso ddl sul processo breve. Questo decreto è uno schiaffo a chi attende giustizia da anni e farà cadere in prescrizione molti processi anche gravi. Possibile che in questo Paese si siano persi tanti valori, in così poco tempo? Certo; con un TV monopolizzata e  la sfiducia di molti cittadini verso la politica, non stiamo mica troppo lontani nel dare una risposta. Ultimamente il campanello d'allarme, erano le  troppe dichiarazioni non degne di un Paese democratico;ma piuttosto vicino alle peggiori dittature di questo mondo. L'ultima speranza rimane il nostro presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano; nella speranza che non firmi il ddl  e allo stesso tempo sciolga le Camere.Questo Paese ha bisogno di nuove persone, degne della nostra storia.

 
Oltre a quelli del premier;ecco  alcuni processi che potrebbero risentire dell'approvazione del DDL  (Lista tratta da Wikipedia):

  • a Torino:

    • processo Thyssen Krupp
    • processo Eternit
    • a Milano:
    • processo Antonveneta: accuse di aggiotaggio ad Antonio Fazio e Luigi Grillo
    • processo sui derivati venduti dalle banche al Comune (accusa di truffa ai danni dello Stato)
    • a Genova:
    • processo sulla spartizione del Multipurpose (imputati Giovanni Novi, Sergio Carbone, Aldo Grimaldi e Aldo Spinelli);
    • processo Mensopoli (Carlo Isola, Stefano Francesca)
    • a Parma:
    • processo Parmalat
    • a Bologna:
    • processo sulla morte del piccolo Karim
    • processo sui concorsi pilotati alla facoltà di Medicina
    • processo sui cinque morti del Cessna mai decollato dall'aeroporto Marconi durante una bufera di neve
    • processo sulla guerra degli oculisti Scorolli-Meduri contro il rivale Campos,
    • processo sul caso di malasanità Daniela Lanzoni
    • processo per il comitato d’affari accusato di aver pilotato per anni i fallimenti a Firenze.
    • a Firenze:
    • processo con 24 imputati di corruzione, abusi e falsi sulle abnormi previsioni urbanistiche nel Comune di Campi Bisenzio
    • processo per truffa aggravata per la costruzione del parcheggio interrato in piazza Ghiberti a Firenze
    • processo per il disastro ferroviario di Viareggio del 29 giugno 2009, che distrusse un intero quartiere (disastro ferroviario e omicidio colposo plurimo)
    • a Siena:
    • processo sulla malasanità al Policlinico Le Scotte.
    • all'Aquila:
    • crollo della Casa dello Studente e del Convitto Nazionale in seguito al terremoto del 2009.
    • a Palermo:
    • i mille falsi invalidi a giudizio e i funzionari dell'INPS che li coprivano;
    • i dipendenti del Teatro Massimo che dichiaravano di avere tanti figli per gonfiare la busta paga;
    • gli imprenditori indagati per la bancarotta della società telefonica "Lts";
    • gli imprenditori che sfornavano diplomi falsi;
    • l'ex sindaco di Monreale Salvino Caputo, imputato di abuso d'ufficio e falso per aver fatto cancellare alcune multe;
    • diversi casi di malasanità.
    Sono curioso di leggere le vostre opinioni in merito.

    15 commenti:

    1. ................................non se ne può più!
      vorrei emigrare!

      RispondiElimina
    2. Hai fatto bene a pubblicare la lista dei processi a rischio, forse la gente non immagina tutto questo.

      RispondiElimina
    3. La democrazia è solo una parola, purtroppo

      RispondiElimina
    4. sono senza parole!
      Credimi Cavaliere è davvero uno schifo totale!
      Ma come si fa ad andare avanti in quest'Italia di politici corrotti....Ancora una volta le leggi e la giustizia a favore del potente e non del comune cittadino!
      Purtroppo noi,non possiamo modificare nulla,l'unica speranza spetta a Napolitano...ma si metterà contro questa massa di....di.....non credo che esista ancora un termine adatti a loro.
      Buona serata
      lu

      RispondiElimina
    5. SchifoSchifoSchifo. Scendere in piazza tutte le settimane, sennò andremo sempre peggio.

      RispondiElimina
    6. DEMOCRAZIA....GOVERNO DEL POPOLO,MA DOVE?

      RispondiElimina
    7. "Ma noooo, ma son tutte balle....!"
      Con che cuore e che faccia , mentono SAPENDO DI MENTIRE??!!

      RispondiElimina
    8. Io sono schifata da questa politica italiana, non vorrei neanche più andare a votare perchè mi sento presa in giro da loro in ogni momento, persino quando sono dentro la cabina elettorale!! Lavoro in uno studio legale, e nelle mie mattinate in Tribunale, vedo un casino di pratiche aperte da non so quanti anni!! Venerdi a Torino ci sarà anche quelo della Tyssen. Notte
      ps: io la penso esattamente come te!

      RispondiElimina
    9. Napolitano non può tutto però. Io sono per le proteste di piazza.

      RispondiElimina
    10. Cavaliere, ma ci sono alternative a questa destra?
      me lo domando spesso...
      Ciao, buona giornata

      RispondiElimina
    11. A me sembra impossibile che NESSUNO si ribelli.
      Questi sono fatti gravissimi.
      Ciao Cavaliere,
      Lara

      RispondiElimina
    12. Sempre molto attento e diretto . Grazie Cavaliere.
      Felice giorno a Te.
      Dandelìon

      RispondiElimina
    13. Il titolo che hai dato al tuo post dice tutto.

      RispondiElimina
    14. le mie considerazione forse è meglio non scriverle per il bene del tuo blog... dico solo questo che leggendo l' elenco (che copio e incollo se non ti dispiace) viene da pensare che dei politici normali si metterebbero all'opera per far si che questo processi arrivassero alla fine del loro iter, andando a vedere perchè invece sono fermi... ma dei politici normali non i nostro, i nostro non lo possono fare perchè hanno amici in quei processi magari, oppure perchè pensano solo al Granfe Amico che non è neppure più fratello.

      RispondiElimina
    15. Scandaloso ma, in questo paese oramai alla deriva etico-culturale, in quanti siamo rimasti ad indignarci? Questo è il vero problema!
      Grazie per questo post.

      RispondiElimina

    I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione.