giovedì 13 ottobre 2016

Addio a Dario Fo



Articolo da PrimaDaNoi.it

MILANO. E' morto a Milano Dario Fo, attore e drammaturgo, premio Nobel per la letteratura nel 1997. Fo aveva compiuto 90 anni lo scorso 24 marzo.

Drammaturgo, attore, regista, scrittore, autore, illustratore, pittore, scenografo, premio Nobel: difficile trovare una definizione che racchiuda tutto l'eclettismo di Dario Fo. Fo era nato a Sangiano, in provincia di Varese. Nel 1954 sposo' Franca Rame, con cui ebbe un figlio nel 1955, Jacopo. Insieme per quasi sessant'anni, lavorando e condividendo l'impegno civile e quello lavorativo
Il Corriere della Sera scrive che Dario Fo era ricoverato da 12 giorni all’ospedale Sacco di Milano per problemi respiratori.

Tre anni dopo i due iniziarono a lavorare insieme fondando la “Compagnia Dario Fo-Franca Rame”: lui era il regista e il drammaturgo del gruppo, lei la prima attrice e l’amministratrice. Durante il 1968, sempre insieme, decisero di fondare il collettivo “Nuova Scena” dal quale si separarono «per divergenze politico-ideologiche».

Nel 1969 portò per la prima volta in scena il Mistero buffo, che divenne poi la sua opera più famosa: Fo era l’unico attore in scena e recitava – rielaborandoli – testi antichi in un linguaggio teatrale che mescolava lingue e dialetti.

Ad oggi in oltre 5.000 allestimenti in Italia e all’estero e viene ormai considerato un ‘classico’ del Novecento.

«Debuttando anche fuori dall’Italia dall’Inghilterra alla Spagna, per poi arrivare in Grecia e in Russia», raccontò Fo, «rintracciavamo brani del tutto sconosciuti raccolti da ricercatori di Paesi e culture diverse. Noi li si metteva in scena quasi a soggetto. Il testo definitivo lo si stendeva solo dopo averlo recitato per mesi interi».

Il 9 ottobre 1997 Fo ha ricevuto il Premio Nobel per la letteratura, perché, recitava la motivazione, «seguendo la tradizione dei giullari medievali, dileggia il potere restituendo la dignità agli oppressi».

Lui commentò : «con me hanno voluto premiare la Gente di Teatro».

Continua la lettura su PrimaDaNoi.it


Fonte: PrimaDaNoi.it


Autore: redazione PrimaDaNoi.it


Licenza: Creative Commons (non specificata la versione



Articolo tratto interamente da PrimaDaNoi.it


3 commenti:

  1. Ciao Vincenzo, triste notizia per chi ha sempre apprezzato questo attore-poeta che, assieme a Franca Rame, ha saputo anche posizionarsi politicamente in momenti in cui non era molto facile farlo. Non posso inoltre dimenticare lo stupro subito da Franca e del quale ha portato le conseguenze per un lungo periodo. Ti invio un attristato ma cordiale saluto.

    RispondiElimina
  2. "Ciao Dario"... un'anima splendida in meno in mezzo a tanto deserto.

    RispondiElimina
  3. Concordo con Francesca.
    Buona serata.

    RispondiElimina

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione.