giovedì 23 aprile 2015

Cile: il vulcano Calbuco erutta dopo 43 anni


Il Calbuco ha registrato due violente eruzioni nelle ultime ore, dopo mezzo secolo d’inattività. Il Calbuco è uno stratovulcano e di natura esplosiva, dista mille chilometri a sud di Santiago. Secondo le prime informazioni, la colonna di cenere ha raggiunto i 17 km di altezza e si prevede l'accumulo al suolo in molte città cilene. A scopo precauzionale sono state evacuate circa 5000 persone, perché oltre alla quantità di lava emessa, si temono anche le famose nubi ardenti.



Video credit Rodrigo Barrera caricato su YouTube

7 commenti:

  1. è risaputo che dopo tanto tempo di inattività i vulcani irrompono con una pericolosità altissima....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente più passa il tempo e maggiore è il pericolo.

      Elimina
  2. per la gioia di tanti...anche il Vesuvio più prima che dopo, ci siamo eh ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo di no, tra l'altro io sono nato ai piedi del Vesuvio.

      Elimina
    2. ma ci vivi? perchè se non sei più li, ci saluterai con la manina
      mentre verremo ingoiati.
      Scusa, è che ho visto di recente un documentario "nel caso che"
      e sono ancora scossa.

      Elimina
    3. Adesso vivo in Emilia, ma conosco il pericolo e tra le varie ipotesi, alcuni scienziati hanno preso come riferimento, la famosa eruzione del 79 d.c.

      Elimina
  3. ho visto le foto di quanta cenere è caduta: impressionante!

    RispondiElimina

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione.