venerdì 24 aprile 2015

Aneddoto di Patricia sulla liberazione

 
Articolo da Myrtilla's house

1945. Asti.
Un ragazzino di circa 13 anni, lungo e patito come troppi italiani del periodo, era in Campo del Palio ad applaudire e osannare i liberatori che stavano entrando in città sporgendosi dai carri armati finalmente silenziosi.
Anche lui correva a fianco di quei soldati e di quei mostri di ferro.
"Americano.... fame...."
Come era riuscito a farsi capire non so. Tra le parole e i gesti, forse. Fatto è che l'americano aveva parlato con un commilitone e poco dopo gli aveva tirato una pagnotta di pane borbottando qualche parola strana.
Quel ragazzino l'aveva preso al volo e nascosta nella  maglia. A casa l'avrebbero divisa in quattro.
Finalmente si mangiava!
Si chiamava Luciano. Era mio padre.


Patricia

Fonte: Myrtilla's house 

Autore: Patricia
 
 
 
Articolo tratto interamente da Myrtilla's house 


Quest’articolo è stato condiviso e segnalato dal suo autore. Se vuoi pubblicare i tuoi post sulla resistenza in questo blog, clicca qui.

 

6 commenti:

  1. Grazie infinite Vincenzo!
    Un abbraccio e buon 25 Aprile!
    patri

    RispondiElimina
  2. Commossa... bello questo racconto che ti appartiene Patry! Grazie di averlo condiviso <3

    RispondiElimina
  3. Bello questo racconto molto commovente caro Vincenzo.
    Tomaso

    RispondiElimina
  4. Grazie Vincenzo, per aver pubblicato questa toccante storia scritta da Patricia. Siete due Grandi!
    Buon 25 aprile

    RispondiElimina
  5. Solo chi ha vissuto queste esperienze e magari aveva a casa figli piccoli che avevano fame, sa cosa significa la guerra.
    Buon 25 aprile
    enrico

    RispondiElimina
  6. Grazie a tutti!
    Purtroppo è storia vera e se ci fose ancora mio papà avrebbe sicuramente altre storie di quel periodo da raccontare. Ma son quasi 29 anni he i ha lasciato.
    Grazie ancora anche a Vincenzo che mi ha dato la possibilità di conndividerlo.
    Buona serata a tutti Patri

    RispondiElimina

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione.