mercoledì 22 marzo 2017

Come risparmiare acqua



Articolo da WikiHow

L'acqua ricopre il 70% della superficie terrestre, ma solo il 3% è potabile e adatto al consumo umano [1]. Pur vivendo in un posto in cui piove spesso, l'acqua che arriva a casa tua richiede un lavoro non indifferente, perché infatti viene purificata, pompata, riscaldata e sottoposta ad altri trattamenti idraulici prima di poter essere consumata. Per fortuna, esistono dei metodi per risparmiare acqua adatti un po' a tutti, dai germofobi più schizzinosi ai puristi del compost toilet. Una famiglia media composta da quattro persone consuma 450 litri di acqua al giorno, che equivale a 164.000 litri all'anno.

Strategie generali per preservare l'acqua in casa

Risparmia acqua chiudendo i rubinetti. Mentre ti spazzoli i denti, ti radi, lavi le mani, lavi i piatti e così via, chiudi il rubinetto. Fallo anche quando sei sotto la doccia. Inumidisci la pelle, poi chiudi l'acqua mentre ti insaponi. Riaprila solo ed esclusivamente per risciacquarti. Cerca di installare un miscelatore termostatico nel box doccia che permetta di mantenere la temperatura che preferisci anche quando chiudi il rubinetto.
  • Non sprecare l'acqua fredda che esce dal rubinetto o dal soffione della doccia mentre aspetti che si riscaldi. Raccoglila in un secchio per poi annaffiare le piante o versarla nel gabinetto invece di tirare lo sciacquone.
  • L'acqua calda che proviene da un serbatoio potrebbe avere più sedimenti o ruggine rispetto a quella fredda, ma altrimenti sarebbe potabile. Se usi un filtro, puoi bere anche quella che non hai consumato. Riempi delle bottiglie e mettile in frigorifero per poi servirla.
Esamina le tubature alla ricerca di perdite, specialmente intorno al gabinetto e ai rubinetti. Una perdita del WC ignorata potrebbe far sprecare tra i 100 e i 2000 litri al giorno!  

Preservare l'acqua in bagno

Installa soffioni e rubinetti a flusso ridotto, o aeratori per rubinetti. Gli erogatori a basso flusso sono poco costosi (10-20 euro per un soffione e meno di 5 per un aeratore da rubinetto). La maggior parte va semplicemente avvitata al proprio posto (potresti avere bisogno di una chiave inglese). Quelli di qualità e moderni mantengono la pressione e la sensazione di un flusso d'acqua abbondante, eppure ne usano meno della metà del solito.  

Fai docce più brevi. Portati un cronometro, un orologio o una sveglia in bagno, sfidati a ridurre il tempo che passi sotto l'acqua. Potresti anche preparare una playlist che duri per tutto il tempo che desideri dedicare alla doccia. Ascoltala mentre ti lavi e prova magari a finire prima che terminino le canzoni. Più in avanti, impegnati per impiegare sempre meno tempo rispetto a quello previsto. Depila le gambe fuori dalla doccia, oppure chiudi l'acqua mentre lo fai.
  • Preferisci la doccia al bagno. Preparando un bagno rilassante, usi fino a 100 litri d'acqua! Una doccia ne richiede generalmente meno di un terzo. Osserva la tabella sul consumo dell'acqua riportata in basso.
  • Installa un miscelatore termostatico nella doccia. Questi dispositivi non sono costosi, e basta avvitarli al proprio posto. Apri l'acqua solo per inumidire la pelle. Poi, usa la valvola per chiuderla: conserverai la temperatura che preferisci mentre ti insaponi. Riaprila di nuovo per il risciacquo.
Continua la lettura su WikiHow

Fonte: WikiHow

Autori: WikiHow

Licenza: Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported

 

Articolo tratto interamente da WikiHow


2 commenti:

  1. Consigli utili, l'acqua è un bene prezioso.
    Ofelia

    RispondiElimina
  2. Sono stata cresciuta con le abitudini di un tempo: guai a lasciare i rubinetti aperti o la luce accesa! Il mio babbo (che ci vedeva lontano) mi diceva che l'acqua un giorno sarebbe diventata più preziosa dell'oro...quanto aveva ragione!

    RispondiElimina

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione.