martedì 10 novembre 2015

Strane anomalie termiche nella grande piramide di Cheope

Piramida Cheopsa

Articolo da Wired

Si accende l’interesse degli studiosi dopo le dichiarazioni del ministro delle Antichità egiziane, Mamdouh el-Damaty e del team di professionisti che per due settimane ha condotto uno studio basato sulla scansione termica delle piramidi di Giza, al fine di ottenere nuove informazioni sulle strutture e sull’esistenza di eventuali camere sepolcrali nascoste. Dall’analisi sono emerse anomalie, in particolare nella più alta delle tombe, la Grande Piramide di Giza o piramide di Cheope.

Dalla scansione termica sono emerse temperature più alte in alcune strutture e in particolare sul lato orientale della grande piramide, al livello del suolo: il rilevamento, condotto nell’arco di tutto il giorno, serve proprio ad avanzare ipotesi su aspetti strutturali, per esempio disposizioni di eventuali ambienti, grazie alle informazioni relative alla velocità di riscaldamento o raffreddamento.

Anomalie da spiegare, per capire perché almeno tre pietre differiscano dalle restanti della prima fila, che invece risultano uniformi.

Continua la lettura su Wired


Fonte: Wired


Autore: redazione Wired


Licenza:

This opera is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported License.

Articolo tratto interamente da
Wired

Photo credit Janusz Recław (Own work) [GFDL or CC BY-SA 4.0-3.0-2.5-2.0-1.0], via Wikimedia Commons

3 commenti:

  1. Intriganti queste cose. :)


    Ispy

    RispondiElimina
  2. Interessantissimo. Proseguo la lettura.

    RispondiElimina
  3. sono struttre che sono state studiate per l'eternità non mi meraviglierebbe qualcosa che aiuta a mantenere la temperatura più regolare

    RispondiElimina

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione.