lunedì 19 settembre 2016

Google Chrome segnalerà come non sicuri tutti i siti che accettano connessioni HTTP

HTTPS icon


Articolo da Tech Economy

La notizia è ufficiale: da gennaio 2017 il popolare browser segnalerà come non sicuri tutti i siti che accettano connessioni HTTP, confermando così l’intenzione di continuare ad operare affinché si possa utilizzare il web senza doversi preoccupare di attori malevoli intenti a spiare le nostre connessioni.

Privacy e sicurezza sono uno stretto connubio che Google intende promuovere attraverso una diffusione graduale delle opportune soluzioni e tecnologie, quali ad esempio l’adozione della crittografia per la quasi totalità dei suoi servizi. Abbiamo lasciato il gigante a maggio, quando ha annunciato la decisione di attivare di default il protocollo HTTPS per tutti i domini ospitati sul suo servizio di blogging Blogspot.

Google ha ora confermato il fatto che Chrome segnalerà i siti che implementano il protocollo HTTP come insicuri qualora ad esempio siano utilizzati per ricevere dati dagli utenti come password, dati personali, numeri di carte di credito, etc.

La decisione è in linea con un processo avviato tempo fa: ad esempio due anni fa Google ha introdotto nuove regole nell’algoritmo del motore di ricerca, al fine di aumentare il ranking dei siti web che utilizzano il protocollo HTTPS.

La società prevede di introdurre le nuove modifiche con il rilascio della versione Chrome 56 previsto per gennaio 2017, così come riportato sul blog di Google Security.

Continua la lettura su Tech Economy


Fonte: Tech Economy

Autore: 


Licenza: Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 2.5 Italia.


Articolo tratto interamente da Tech Economy


Photo credit Sean MacEntee (https://flic.kr/p/qi1eYu) [CC BY 2.0], via Wikimedia Commons


5 commenti:

  1. Uh? Un'altra scelta della grande G che farà discutere.

    RispondiElimina
  2. Perdona la mia ignoranza, noi dobbiamo fare qualcosa? Capisco poco questo linguaggio.
    Grazie
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si può inserire oppure no sulla piattaforma Blogger, ma può anche portare problemi con widget, immagini e video non criptati.

      Elimina
  3. Grazie mille delle info, anch'io non ci capisco granchè e spero che ci spiegheranno il da farsi, buona serata!
    Carmen

    RispondiElimina
  4. Mi studio la cosa, grazie della segnalazione.

    RispondiElimina

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione.