mercoledì 14 febbraio 2018

Donne ricattate per lavorare


Articolo da InGenere.it 

Il 9 per cento delle donne italiane ha subito molestie fisiche o ricatti sessuali sul posto di lavoro, stiamo parlando di 1 milione 404mila donne, 425 mila solo nei tre anni precedenti alle interviste condotte dall'Istat nel biennio 2015-2016. È quanto riporta l'Istituto nel report appena diffuso e dedicato proprio a molestie e ricatti sessuali sul lavoro, un quadro che va ad inscriversi all'interno di un fenomeno più ampio e solo lievemente in diminuzione. Si stima infatti che siano 8 milioni 816mila (43,6%) le donne fra i 14 e i 65 anni che nel corso della vita hanno subito qualche forma di molestia sessuale, sottolinea l'Istat. Un numero decisamente importante.

Tornando al mercato del lavoro, sono 1 milione 173mila le donne che in Italia dichiarano di essere state ricattate sessualmente nel corso della propria carriera per essere assunte, per mantenere il posto di lavoro o per ottenere progressioni. Nei tre anni precedenti all'indagine sono state 167 mila a subire ricatti di questo tipo: al momento dell’assunzione ne sono state colpite più frequentemente le donne impiegate (37,6%) o le lavoratrici nel settore del commercio e dei servizi (30,4%). La quota maggiore delle vittime, inoltre, lavorava o cercava lavoro nel settore delle attività professionali, scientifiche e tecniche (20%) e in quello del lavoro domestico (18,2%). Nell’11,3% dei casi le donne vittime hanno subito più ricatti dalla stessa persona e il 32,4% dei ricatti viene ripetuto quotidianamente o più volte alla settimana. 

Continua la lettura su InGenere.it 

Fonte: InGenere.it 

Autore: redazione InGenere

Licenza: Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non opere derivate 3.0 Unported.


Articolo tratto interamente da 
InGenere.it 


10 commenti:

  1. Caro Vincenzo, si spera sempre di non sentire più di queste cose!!!
    Ciao e buona San Valentino con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Cosa posso dire?
    Che se i giudici facessero davvero il loro dovere non sarebbero le donne molestate e essere ritenute colpevoli, ma gli uomini responsabili di queste molestie.
    Ma i giudici sono uomini e così si crea un circolo vizioso senza fine.

    RispondiElimina
  3. Una cosa vergongosa! Il ricatto sul lavorohorror!

    RispondiElimina
  4. Cosa fa il paese?
    Se non mi sbaglio quello che fa sempre.
    Niente.
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  5. E questi sono i numeri di chi ha denunciato, prova a pensare quindi quante sono in realtà!

    RispondiElimina

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione.