venerdì 19 maggio 2017

Il coraggio della vita quotidiana


❝Senza voler togliere nulla a quel genere di coraggio che porta alcuni uomini a morire, non dobbiamo dimenticare quegli atti di coraggio grazie ai quali gli uomini vivono; il coraggio della vita quotidiana è spesso uno spettacolo meno grandioso del coraggio di un atto definitivo, ma resta pur sempre una miscela magnifica di trionfo e di tragedia...
Un uomo fa il suo dovere, a dispetto delle conseguenze personali, nonostante gli ostacoli, i pericoli e le pressioni, e questo è il fondamento della moralità umana; in qualsiasi sfera dell'esistenza un uomo può essere costretto al coraggio, quali che siano i sacrifici che affronta seguendo la propria coscienza: la perdita dei suoi amici, della sua posizione, delle sue fortune e persino la perdita della stima delle persone che gli sono care. Ogni uomo deve decidere da sé stesso qual è la via giusta da seguire; le storie che si raccontano sul coraggio degli altri ci insegnano molte cose, possono offrirci una speranza, possono farci da modello, ma non possono sostituire il nostro coraggio... per quello ogni uomo deve guardare nella propria anima.❞


John Fitzgerald Kennedy


10 commenti:

  1. Sono d'accordo. Non c'è solo il coraggio dei "Grandi", c'è anche il coraggio, magari più nascosto, delle tante e tante persone che, ogni giorno, affrontano e portano avanti delle sfide, delle battaglie personali .. magari tra mille difficoltà. Buon week end

    RispondiElimina
  2. Diventare eroi quotidiani o nel quotidiano anche con piccoli grandi gesti che danno senso alla vita e possono magari se si è in tanti a seguirli, pure cambiarla.

    RispondiElimina
  3. Giusto, quello di ogni giorno.Una vita costruita su piccoli atti di coraggio,dignitosa ma anche utile per sè e per chi ci sta attorno...

    RispondiElimina

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione.