venerdì 21 aprile 2017

Rilasciata la versione 53 di Firefox



Firefox diventa più veloce e più stabile grazie ai primi elementi del Progetto Quantum, più sempcon i temi compatti e la nuova gestione dei permessi

L’ultimo aggiornamento di Firefox include la prima significativa integrazione del Progetto Quantum, e insieme ad essa diversi miglioramenti dietro le quinte.

Quantum Compositor rende Firefox più veloce e previene gli arresti anomali del sistema grafico su Windows


Se non hai ancora sentito parlare del Progetto Quantum, stiamo sviluppando un motore del browser di prossima generazione in grado di sfruttare al meglio la potenza dell’hardware moderno. Oggi viene distribuito il primo, importante frutto dei nostri sforzi: l’elemento che chiamiamo “Quantum Compositor”.

Alcuni dettagli tecnici: abbiamo isolato un componente fondamentale del motore interno di Firefox (il compositore grafico), mettendolo in esecuzione in un processo separato dal processo principale del browser. Il compositore determina che cosa venga visualizzato sullo schermo fondendo in un’unica immagine tutti i livelli di grafica elaborati dal browser, un po’ come accade con i livelli delle immagini in Photoshop.

Poiché sfrutta il processore della scheda grafico (GPU) invece del processore tradizionale (CPU), Quantum Compositor riesce a elaborare dati a una velocità elevatissima. Grazie all’esecuzione in un processo separato, un eventuale arresto anomalo di Quantum Compositor causato da bug nei driver della scheda video non comporterebbe l’interruzione dell’intera sessione di Firefox, e neppure un blocco della scheda attualmente aperta.

In fase di test, Quantum Compositor ha ridotto gli arresti anomali del browser di circa il 10%. I dati dei test sono consultabili in questo articolo. Questa nuova funzione sarà attivata per circa il 70% degli utenti Firefox: quelli su Windows 10, 8 e 7 (con Platform Update), sui computer con schede grafiche Intel, Nvidia o AMD.

Per chi si sta chiedendo come mai sono stati tralasciati gli utenti Mac: in realtà la composizione grafica di macOS è di per sè abbastanza stabile da non richiedere l’esecuzione del compositore in un processo separato.

Risparmia spazio prezioso sullo schermo (e affatica meno gli occhi) con i nuovi temi e schede compatte


Il compito di un browser è portare l’utente dove vuole andare… e poi togliersi di mezzo.
Per questo motivo l’ultimo aggiornamento di Firefox per desktop offre due nuovi temi: Compatto chiaro e Compatto scuro. Il tema Compatto chiaro riduce l’interfaccia utente del browser (il “chrome”), mantenendo la combinazione di colori chiara predefinita di Firefox. Il tema Compatto scuro invece inverte i colori per prevenire l’affaticamento della vista, specialmente in ambienti con scarsa illuminazione. I nuovi temi possono essere attivati dal pulsante Menu > Componenti aggiuntivi (oppure digitando about:addons nella barra degli indirizzi). Da qui selezionare il pannello Aspetto e attivare il tema desiderato.

Continua la lettura su Mozilla blog ufficiale


Fonte: Mozilla blog ufficiale


Autore: team di supporto

Licenza: Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported. 



Articolo tratto interamente da Mozilla blog ufficiale


1 commento:

  1. Sono affezionato a questo browser lo uso sempre e da sempre.

    A dirla tutta usavo Netscape al tempo che fu.

    RispondiElimina

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione.