giovedì 29 settembre 2016

7 italiani su 10 amano il bio



Articolo da Tekneco

Biologico: un settore di successo per l’Italia. Se, da sempre, “essere al verde” è sinonimo di ristrettezze finanziarie, negli ultimi anni, il mondo economico sta ribaltando tale modo di dire.
I dati raccolti nell’Osservatorio SANA-ICE 2016 “Tutti i numeri del Bio” promosso e finanziato da ICE in collaborazione con BolognaFiere e realizzato da Nomisma con il patrocinio di FederBio e AssoBio parlano chiaro: il biologico italiano va a gonfie vele.

Sono in crescita le superfici dedicate ai prodotti biologici (+7,5% rispetto al 2014), gli operatori del settore (+8,2% rispetto al 2014) e le vendite (+15% rispetto al 2014), ma il dato più rilevante è rappresentato dall’export: +408% rispetto al 2008 con un +16% rispetto a un anno fa.
Il 74% delle famiglie italiane nel corso degli ultimi 12 mesi ha acquistato almeno un prodotto alimentare biologico (nel 2015 era il 69%) e, complessivamente, il 3,1% del totale della spesa alimentare è composta da prodotti bio (contro l’1,9 % di tre anni fa).

Chi è il “consumatore bio” tipo? Il 90% dei consumatori compra prodotti bio da 2/3 anni, il 25% li utilizza ogni giorno o quasi, mentre il 43% almeno una volta alla settimana. L’81 dei “bio-consumatori” ha un elevato titolo di studio e, solitamente, un reddito medio-alto (78% vs il 64% nelle famiglie con redditi medio-bassi), mentre il 77% ha figli con età inferiore a 12 anni. Nelle famiglie composte anche da vegetariani o vegani la percentuale di utilizzo di prodotti bio sale all’87% e il tasso di penetrazione di tali beni è molto alto (85%) anche quando uno o più familiari soffrono disturbi o malattie che impongono grande attenzione alla dieta.


Quali sono i prodotti bio maggiormente diffusi? Innanzitutto l’ortofrutta fresca (acquistata almeno una volta dal 74% delle famiglie), seguita da olio extra vergine d’oliva (62%), uova (53%), miele (45%), confetture e marmellate (45%), formaggi freschi (44%), yogurt/burro (41%), riso e pasta (41%). Le ragioni che spingono gli italiani ad acquistare prodotti bio sono legate alla sicurezza alimentare (27%), al rispetto dell’ambiente (20%) e ai maggiori controlli a cui sono sottoposti questi alimenti (14%).

Continua la lettura su Tekneco

Fonte: 
Tekneco

Autore: 


Licenza: Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 2.5 Italia


Articolo tratto interamente da 
Tekneco 



2 commenti:

  1. Anche io, da anni, frequento negozi bio e mi informo ...

    RispondiElimina
  2. Buonasera,
    sul biologico si è discusso parecchio in realtà; diciamo che come in tutte le situazioni di una certa vastità, c'è una sorta di contrapposizione di opinioni; io sono personalmente a favore, (basti pensare che sono prodotti il più salutare possibile!) ma già tempo addietro, e sulle varie riflessioni poste in merito alla ricerca di alcuni biologi, (in merito all'uso o meno di pesticidi o prodotti chimici), si evince che di fatto questi sono, (sebbene in origine), usati lo stesso, evidenziando il tutto come una sorta di sogno idilliaco di molti agricoltori di tornare ai bei tempi andati, quando ancora non c'era un po' tutto sto marasma di prodotti non propriamente in sintonia con l'ambiente. Successo o no, io lo consiglierei ma credo anche che sia ancora un "territorio" da esplorare e chiarire per il bene comune. A presto

    RispondiElimina

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione.