domenica 6 settembre 2015

Le foreste boreali sono in pericolo

Näkymä Jauholanvaaralta etelään

Articolo da Salva le Foreste

La foresta boreale è uno dei più grandi biomi della Terra, e fornisce servizi impagabili tanto alle comunità locali che al pianeta. Circa i due terzi di queste foreste sono in qualche modo gestiti, prevalentemente per la produzione di legno, mentre d’altro canto i servizi ambientali, dal controllo del clima alla protezione della biodiversità, non sono gestiti né contabilizzati. Fino ad oggi, la maggior parte delle foreste boreali a mantenuto la capacità di affrontare i fattori di disturbo, ma la velocità del cambiamento climatico e la sua ampiezza senza precedenti rappresentano ora una minaccia inquietante alla loro sopravvivenza. Per questo gli scienziati insistono sulla necessità di misure di gestione volte a contenere le minacce. Gli studiosi dell'Istituto Internazionale per analisi dei sistemi applicati (IIASA), del Natural Resources (Canada), e dell'Università di Helsinki (Finlandia) in un nuovo articolo pubblicato questa settimana sulla rivista Science, sostengono la necessità di incentivi economici e di una maggiore attenzione al bioma boreale nelle sedi internazionali.

"Le foreste boreali possono rappresentare il punto di svolta di questo secolo", sostiene Anatoly Shvidenko, ricercatore presso l' IIASA Ecosystems Services e Program Management. “Lamitigazione dei cambiamenti climatici e l’adattamento di queste foreste, deve necessariamente ricevere una maggiore attenzione internazionale."

Le foreste boreali si estendono lungo le regioni settentrionali del Canada, della Russia, dell’Alaska, della Scandinavia, e costituiscono circa il 30% della superficie totale delle foreste del pianeta. Queste foreste svolgono un ruolo fondamentale nel sistema climatico terrestre, sequestrando l'anidride carbonica dall'atmosfera. Sono inoltre un importantissimo habitat mer numerose specie animali e vegetali, oltre a sostenere la vita nu molte comunità indigene.

Queste foreste però sono tra gli ecosistemi più colpiti dai cambiamenti climatici, con le temperature artiche e boreali in progressivo riscaldamento che oramai raggiunge il mezzo grado ogni decennio e rischiano di incrementare le proprie temperature tra i sei e gli undici gradi entro il 2100, secondo quanto delineato dallo scenario più pessimistico dell’IPCC (Intergovernmental Panel on Climate Change).

Continua la lettura su Salva le Foreste

Fonte: Salva le Foreste


Autore: redazione Salva le Foreste

Licenza: Licenza Creative Commons
Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 2.5 Italia.
 

Articolo tratto interamente da Salva le Foreste

Photo credit Pentti Rautio (Own work) [CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione.