mercoledì 13 giugno 2018

A molti, individui o popoli, può accadere di ritenere...



"A molti, individui o popoli, può accadere di ritenere, più o meno consapevolmente, che "ogni straniero è nemico". Per lo più questa convinzione giace in fondo agli animi come una infezione latente; si manifesta solo in atti saltuari e incoordinati, e non sta all'origine di un sistema di pensiero. Ma quando questo avviene, quando il dogma inespresso diventa premessa maggiore di un sillogismo, allora, al termine della catena, sta il Lager. Esso è il prodotto di una concezione del mondo portata alle sue conseguenze con rigorosa coerenza: finché la concezione sussiste, le conseguenze ci minacciano. La storia dei campi di distruzione dovrebbe venire intesa da tutti come un sinistro segnale di pericolo."

Primo Levi

Tratto da Se questo è un uomo di Primo Levi


14 commenti:

  1. Caro Vincenzo, quello che sta succedendo è imprevedibile.
    Ciao e buon pomeriggio con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Ho letto il libro di Primo Levi a scuola, c'è tanto su cui riflettere...

    RispondiElimina
  3. Il vero nemico è colui il quale nulla vede e nulla sente, alberato nella parte più oscura e profonda dell'uomo. Un arido subconscio nel quale far albergare un a caro spaventato. Grazie per questo tratto toccante di Levi.

    RispondiElimina
  4. Quanto è vero! Quanto si dovrebbe imparare a riflettere su queste parole. Forse siamo a questo punto proprio perché niente di ciò che conta viene preso sul serio, e si crede sufficiente urlare dietro l'urlo di qualcun altro, senza nessun vero credo, profondo, sentito, vissuto.

    RispondiElimina
  5. Penso spesso che una società totalitaria come quella nazista o fascista oggi non possa più avere la meglio, ma in realtà il tempo e la storia hanno dinamiche che non possiamo conoscere al 100%, per questo bisogna tenere sempre alta l'attenzione. Come ci insegna Primo Levi, è successo può succedere ancora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molte volte siamo sotto false democrazie, la storia spesso si ripete, purtroppo.

      Elimina
  6. La storia continua a ripetersi. Purtroppo.

    RispondiElimina
  7. Purtroppo ci sono prigioni nel mondo che sono ancora dei veri e propri lagher.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Troppe, ma soprattutto nelle menti di molte persone.

      Elimina

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione. Vi ricordo, prima di lasciare qualche commento, di leggere attentamente la privacy policy. Ricordatevi che lasciando un commento nel modulo, il vostro username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile, inoltre potrà portare al vostro profilo a seconda della impostazione che si è scelta.