martedì 8 maggio 2018

Si è spento il regista Ermanno Olmi

Ermanno Olmi

Articolo da FilmPost

Dopo un ricovero d’urgenza avvenuto lo scorso venerdì, nella notte è morto Ermanno Olmi, all’età di 87 anni. Maestro riconosciuto del Cinema Italiano, Olmi è stato autore di opere come L’Albero degli Zoccoli (1978), La Leggenda del Santo Bevitore (1988) e Il Mestiere delle Armi (2001).

Vincitore di innumerevoli premi, dai Leoni D’Oro ai Nastri d’Argento fino alla Palma d’Oro, Ermanno Olmi ha celebrato la cultura contadina a cui apparteneva senza mai rinunciare allo spettacolo. È stato un autore capace di muoversi tra antico e moderno lasciando un’impronta indelebile in entrambi i contesti.

Un Regista Antico e Moderno



Sembra una contraddizione in termini ma, in realtà, è proprio così. Nato a Bergamo ma cresciuto a Treviglio, Ermanno Olmi ha iniziato la sua carriera nel campo dei documentari. Il suo primo lungometraggio, Il Tempo si è fermato (1959), poneva le basi del suo approccio al mezzo Cinema. La vita della “gente semplice”, il contatto mai spezzato con la Natura, l’uso di attori non professionisti sono da subito suoi marchi di fabbrica.

Ovviamente il vero successo glielo procura L’Albero degli zoccoli, Palma d’Oro a Cannes nonostante sia interamente recitato in dialetto bergamasco. Dopo un periodo di malattia tornerà al successo con La Leggenda del Santo Bevitore, tratto da Joseph Roth e grazie al quale vincerà il Leone d’Oro a Venezia. Olmi continua a conservre l’ambizione di narrare grandi storie in costume anche in un contesto spesso ristretto come quello del Cinema Italiano. Ne è una prova il belissimo Il Mestiere delle Armi che vincerà 9 David di Donatello. Proseguirà su questa strada anche con il successivo Cantando dietro i Paraventi (2003), interpretato da Bud Spencer.

Continua la lettura su FilmPost


Fonte: FilmPost


Autore: Roberto Gallaurese

Licenza: Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 2.5 Italia.


Articolo tratto interamente da 
FilmPost.it


Photo credit Associazione Amici di Piero Chiara [CC BY 2.0], attraverso Wikimedia Commons


6 commenti:

  1. Caspiterina, un altro grande che se ne va.
    Abbraccio e buon Martedì Vincenzo.

    RispondiElimina
  2. Regista e uomo di grande levatura.
    sinforosa

    RispondiElimina
  3. L'ho letto ieri su alcuni blog, e me ne sono rattristato. Olmi ci ha dato tanti capolavori, come l'ultimo film Torneranno i prati film di una forza e di un pacifismo che mi avevano conquistato tanto da decdicarci un post sul mio blog.

    RispondiElimina

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione.