martedì 25 luglio 2017

La baia tranquilla di Giovanni Pascoli



La baia tranquilla

Getta l’ancora, amor mio:
non un’onda in questa baia.
Quale assiduo sciacquio
fanno l’acque tra la ghiaia!

Vien dal lido solatio,
vien di là dalla giuncaia,
lungo vien come un addio,
un cantar di marinaia.
Tra le vetrici e gli ontani
vedi un fiume luccicare;
uno stormo di gabbiani
nel turchino biancheggiare;
e sul poggio, più lontani,
i cipressi neri stare.
Mare! mare!
dolce là, dal poggio azzurro,
il tuo urlo e il tuo sussurro.

Giovanni Pascoli 


2 commenti:

  1. E' l'isola di Zante, vero ? Non ci sono mai stata ma ho visto più volte in foto quella spiaggia e quel mare cristallino. Buona giornata

    RispondiElimina

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione.