mercoledì 14 giugno 2017

Firefox sempre più veloce




Articolo da Mozilla blog ufficiale


Con e10s la nuova versione di Firefox raggiunge l’equilibrio perfetto tra velocità e memoria

Nel team di sviluppo di Firefox, una cosa che ci sentiamo ripetere spesso è quanto gli utenti facciano affidamento sul Web per attività complesse come organizzare un viaggio o confrontare i prezzi dei loro acquisti. Queste attività spesso richiedono di tenere più schede aperte. Inoltre i siti web e le applicazioni aperti in quelle schede hanno in esecuzione svariati contenuti: animazioni, video, immagini in alta risoluzione ecc. I siti complessi si confermano sempre più come la regola, non l’eccezione. In media un sito recente pesa quasi 2,5 megabyte… la stessa dimensione del primo gioco della serie Doom, secondo le fonti di Wired. Fino alla precedente versione di Firefox, aprire un sito complesso in una scheda causava un rallentamento sulle altre pagine aperte, risultando in un’esperienza di navigazione non esattamente ottimale.

Per rendere Firefox capace di caricare più velocemente anche i siti complessi, abbiamo apportato modifiche in modo da consentire l’utilizzo di processi multipli. In parole povere? Le versioni precedenti di Firefox utilizzavano un unico processo per gestire tutte le schede aperte nel browser. I browser moderni invece dividono il carico in più processi tra loro indipendenti. Abbiamo battezzato questo progetto di scissione di Firefox in più processi Electrolysis (“elettrolisi”, abbreviato e10s), ispirandoci alla reazione chimica che scinde l’acqua nei suoi elementi costituenti. e10s rappresenta la più grande rivoluzione nel codice dagli albori di Firefox. Oggi siamo fieri di aprire la prossima importante fase dell’iniziativa e10s.

Firefox ancora più veloce con 4 processi per i contenuti


A partire da oggi Firefox potrà utilizzare fino a 4 processi per caricare i contenuti web all’interno delle schede aperte. Questa innovazione riduce notevolmente l’impatto di un sito complesso su velocità e reattività delle altre schede aperte. Suddividendo il carico delle schede in più processi, le risorse hardware del dispositivo vengono utilizzate in modo più efficiente e Firefox è in grado di fornirti di più con meno tempi di attesa.


Navigando costantemente con il multiprocesso attivato nella versione beta di Firefox (Nightly), si possono constatare i notevoli miglioramenti delle prestazioni. Oltre alla velocità di caricamento e a una riduzione negli arresti anomali, e10s migliora la fluidità di navigazione dei siti. Anche le pagine con aggiornamenti più frequenti, come quella dei feed di Facebook, scorrono in modo fluido e impeccabile. Una volta passati a Firefox e10s, non vorrete più tornare indietro.

Firefox 54 con e10s migliora l’esperienza di navigazione su tutti i computer, specialmente su quelli con meno memoria. L’obiettivo di Firefox è trovare l’equilibrio perfetto tra velocità e consumo di memoria. Per approfondire l’argomento dell’architettura multiprocesso utilizzata in Firefox, oltre che delle differenze strutturali con Chrome, si consiglia l’articolo di Ryan Pollock’s sulla ricerca del “browser di Ricciolidoro”.

Continua la lettura su Mozilla blog ufficiale


Fonte: Mozilla blog ufficiale


Autore: team di supporto

Licenza: Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported. 



Articolo tratto interamente da Mozilla blog ufficiale



7 commenti:

  1. Ciao Vincenzo grazie per l'Informazione
    Ho sempre amato molto Firefox, ora uso di più Chrome ma magari se istallassi l'ultima versione di Firefox potrebbe cambiare qualche cosa he he he
    Un saluto, buon pomeriggio e migliore continuazione di settimana

    RispondiElimina
  2. Caro Vincenzo, se quanto dici è vero voglio ritornare si Firefox,
    mesi fa avevo cambiato da Firefox a Chrome, e mi trovo molto bene.
    Ciao e buona serata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. Ciao, ho usato Firefox per anni, sin da quando si chiamava Firebird, perché cercavo un'alternativa al mai stimato Internet Explorer...
    Poi mi sono scocciato dei frequenti e pesanti aggiornamenti del browser di casa Mozilla: ogni volta novità dichiarate eccezionali come questa, tanto da far pensare a una versione definitiva del browser, e invece, tempo massimo 10-15 giorni, ecco una nuova versione che, su un computer non usato tutti i giorni e con una connessione non proprio brillante, è un download che pesa parecchio, oltre agli aggiornamenti dell'antivirus.

    Pertanto ora uso Firefox soltanto per testare le pagine web dei miei siti, ma non ci credo più a queste novità stravolgenti, tanto tra un mese saranno sepolte da qualche altro aggiornamento oggi incredibile...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In genere uso più browser e speriamo che hanno risolto anche il problema dei crash su Windows 10.

      Elimina

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione.