lunedì 23 gennaio 2017

23 gennaio 1556 - Un forte terremoto, con epicentro nella provincia cinese dello Shaanxi, causa almeno 830.000 morti

Mt-hua-from-west-summit

Articolo da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il terremoto dello Shaanxi (s=华县大地震|p=Huàxiàn Dàdìzhèn), o terremoto della Contea di Hua (嘉靖關中大地震) o terremoto di Jiajing (c=嘉靖大地震|p=Jiājìng Dàdìzhèn), è il più grave terremoto documentato per numero di vittime, circa 830.000.

Avvenne la mattina del 23 gennaio 1556 nella provincia di Shaanxi, in Cina. Furono colpite dal sisma più di 97 contee nelle province di Shaanxi, Shanxi, Henan, Gansu, Hebei, Shandong, Hubei, Hunan, Jiangsu e Anhui. Un'area larga circa 900 km fu distrutta e in alcune contee il 60% della popolazione rimase ucciso. La maggior parte della popolazione a quel tempo viveva in caverne artificiali, le yaodong, scavate nel loess (rocce di quarzo, feldspato e mica, molto friabili), molte delle quali crollarono durante il disastro causando per questo motivo il più alto numero di vittime da terremoto nella storia della Cina.

Il catastrofico terremoto avvenne durante il regno dell'Imperatore Jiajing della dinastia Ming e per questo nelle fonti cinesi viene ricordato anche come "terremoto di Jiajing" (c=嘉靖大地震|p= Jiājìng Dàdìzhèn).

Stime moderne basate su dati geologici attribuiscono al terremoto una magnitudo 8, equivalente a un miliardo di tonnellate di TNT. Nonostante sia il primo terremoto e il quinto disastro naturale in assoluto per numero di vittime, ci sono stati terremoti con magnitudo maggiore. Le scosse di assestamento continuarono numerose per sei mesi. L'epicentro fu nella Contea di Hua vicino al Monte Hua nello Shaanxi.

Negli annali cinesi viene descritto così:
Nell'inverno del 1556 d.C., un terremoto catastrofico avvenne nelle province dello Shanxi e Shaanxi. Nella nostra Contea di Huain, accaddero diversi incidenti. Montagne e fiumi cambiarono posto, e le strade furono distrutte. In alcuni luoghi il terreno si alzò improvvisamente e formò nuove colline, o sprofondò creando nuove vallate. In altre zone ruscelli apparvero all'istante, o il terreno si ruppe e comparvero nuove gole. Capanne, case, templi e mura delle città crollarono all'improvviso.

Il terremoto danneggiò gravemente la foresta di Stele. Delle 114 stele, 40 furono rotte dal terremoto.[
Lo studioso Qin Keda sopravvisse al terremoto e ne registrò i dettagli. Le sue conclusioni furono che "all'inizio del terremoto, la gente nelle case non dovrebbe uscire subito. Bisogna sdraiarsi a terra e aspettare la fortuna. Se anche il nido crolla, alcune uova possono rimanere intatte." Questo potrebbe indicare che molte persone siano state uccise nella fuga mentre avrebbero potuto sopravvivere rimanendo ferme.
Le scosse ridussero l'altezza della Piccola Pagoda dell'Oca Selvaggia a Xi'an da 45 a 43,4 m.

Continua la lettura su Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Questo articolo è pubblicato nei termini della GNU Free Documentation License. Esso utilizza materiale tratto da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Photo credit Synyan (Own work) [CC BY 3.0], via Wikimedia Commons

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione.