sabato 31 dicembre 2016

Alcuni consigli per vivere meglio il nuovo anno


Articolo da Ambientebio

Addio 2016 e benvenuto 2017! Ecco 8 cose da lasciarsi dietro le spalle, nel 2016 appena trascorso, per vivere con serenità questo nuovo anno.

Stiamo per fare il nostro ingresso in questo nuovo anno: il 2017. Ogni capodanno, le persone fanno una lista di buoni propositi da perseguire e cose brutte da lasciarsi dietro le spalle. Ma si può dire di essere veramente pronti a questo cambiamento?

Abbiamo stilato una breve lista di cose da lasciarsi dietro le spalle, relegate nel 2016, e da non portasi assolutamente dietro in questo nuovo anno. Eccone alcune.

Relazioni distruttive

Le relazioni e i sentimenti distruttivi non solo vi rubano energia, ma sottraggono attenzione da voi stessi. Valutate bene di quali persone vi circondate: gente negativa o che passa il tempo a giudicare (se stessa e gli altri) non fa altro che “avvelenare” il vostro umore e spingervi a pensare in negativo. Jim Rohn dice: “Tu sei la media delle cinque persone con cui trascorri la maggior parte del tempo“. Vogliamo essere persone migliori? Nel prossimo 2017 circondiamoci di persone migliori.

Seguire le mode

Smettete di seguire le mode, soprattutto quelle dettate dai social network, dove ci si accanisce inutilmente sulle cose, senza cercare realmente l’origine del problema, e dove si tira fuori veramente il peggio di noi stessi. Nuotate in uno stagno diverso e avviate conversazioni costruttive.

Paura di provare


È vero: molte cose fanno paura e appaiono come un dirupo buio e profondo dentro cui saltare. La paura è uno strumento necessario per mantenerci in vita, ma in alcuni casi può diventare una prigione che non ci permette di andare avanti e migliorare la nostra vita. Cercate allora di valutare le vostre paure e comprendere quando esse servono per mantenervi al sicuro e quando invece sono irrazionali. Valutatele e, se è il caso, dategli un calcio e allontanatele, rischiando qualche volta, per cercare una vita migliore.

Continua la lettura su Ambientebio


Fonte: Ambientebio

Autore: 
  
Licenza: Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 2.5 Italia.


Articolo tratto interamente da Ambientebio



Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione.