martedì 29 novembre 2016

La notte è silenziosa di Kahlil Gibran


La notte è silenziosa

La notte è silenziosa
e nell'abito del suo silenzio
si nascondono i sogni.
La luna è spuntata
e per la luna occhi
che controllano i giorni.
O figlia dei campi,
vieni per visitare
la vigna degli innamorati.
Può darsi che spegneremo
con quel nettare
la scottatura degli amori.
Ascolta l’usignolo
dei prati fioriti,
che diffonde la sua musica
in uno spazio immenso, nel quale
le colline hanno soffiato
gli odori dei loro fiori!
O mia giovane, non temere
poiché le alte stelle
serbano i misteri,
e la nebbia della notte
in quella vigna ferace vela i suoi segreti.
Non temere la strega, essa dorme ubriaca
nella sua taverna magica
e il Re dei Ginn,
se passerà andrà via
poiché l’amore lo incanta.
Egli è innamorato come me,
come potrà svelare
i segreti del suo cuore?

Kahlil Gibran


3 commenti:

  1. Bel Post Vincenzo - davvero magica la fotografia e bellissima la poesia
    Un saluto - Buona serata ma migliore continuazione di settimana
    A presto

    RispondiElimina
  2. Ho scoperto le poesie di Kahlil Gibran molti anni fa su un libro di fotografia che parlava delle bellezze dell'India :-)

    RispondiElimina
  3. Versi immortali, adatti ad una sera come questa.

    RispondiElimina

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione.