martedì 23 agosto 2016

In memoria di Sacco e Vanzetti






Ferdinando Nicola Sacco (Torremaggiore, 22 aprile 1891 – Charlestown, 23 agosto 1927) e Bartolomeo Vanzetti (Villafalletto, 11 giugno 1888 – Charlestown, 23 agosto 1927).

Giustiziati innocentemente sulla sedia elettrica negli Stati Uniti il 23 agosto 1927.
 

"Io non augurerei a un cane o a un serpente, alla più bassa e disgraziata creatura della Terra — non augurerei a nessuna di queste ciò che ho dovuto soffrire per cose di cui non sono colpevole. Ma la mia convinzione è che ho sofferto per cose di cui sono colpevole. Sto soffrendo perché sono un radicale, e davvero io sono un radicale; ho sofferto perché ero un Italiano, e davvero io sono un Italiano."



Tratto dal discorso di Vanzetti del 19 aprile 1927, a Dedham, Massachusetts


Video credit Accabadora caricato su YouTube 


4 commenti:

  1. Non sempre verità e giustizia camminano insieme.
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  2. Ho letto diversi articoli su questo caso e ho visto anche il film...una storia davvero da non dimenticare!

    RispondiElimina
  3. Uno dei più tremendi assassinii della democrazia Usa ... grande il film di Montalto.

    RispondiElimina

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione.