venerdì 24 giugno 2016

La Gran Bretagna esce dall'Unione Europea




Articolo da Internazionale

I cittadini britannici hanno votato a favore della Brexit al referendum del 23 giugno. Lo confermano i risultati ufficiali. Il 51,9 per cento dei britannici ha votato per l’opzione leave (lasciare) contro il 48,1 per cento dei remain (restare) nel referendum del 23 giugno: leave ha raccolto 17,4 milioni di voti, contro i 16,1 milioni dell’opzione remain.

Londra e la Scozia hanno votato in larga maggioranza per la permanenza nell’Unione europea, mentre nel nord dell’Inghilterra e in Galles ha stravinto l’uscita dall’Ue. Il leader dello Ukip, Nigel Farage, ha proclamato il 23 giugno “il giorno dell’indipendenza” e ha chiesto la formazione di un “governo della Brexit”.

I mercati hanno già reagito in modo molto negativo alla Brexit: la sterlina è precipitata ai suoi livelli più bassi nei confronti del dollaro dal 1985, mentre l’indice Nikkei di Tokyo ha perso l’8 per cento.
Secondo gli ultimi sondaggi pubblicati alla vigilia del voto, l’opzione leave era in leggero vantaggio rispetto all’opzione remain. Il premier britannico David Cameron, che guida il partito conservatore, si era schierato a favore della permanenza nell’Unione europea, mentre tra i sostenitori della Brexit c’erano l’ex sindaco di Londra Boris Johnson e Nigel Farage dell’Ukip.

Continua la lettura su Internazionale


Fonte: Internazionale


Autore: redazione Internazionale


Licenza: Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Unported.


Articolo tratto interamente da Internazionale



3 commenti:

  1. Quello che mi chiedo è quali saranno le conseguenze dell'uscita della Gran Bretagna dall'Unione Europea. Niente di buono per noi, immagino. Staremo a vedere. Un saluto.

    RispondiElimina
  2. Non ho seguito molto il dibattito, ma sono da sempre molto critici per questa Europa dei mercati e dei mercanti, imposta dall'alto, come una cosa inevitabile. La Gran Bretagna è sempre stata una cosa a parte, i rappresentati diretti degli Usa in Europa, non trovo strano l'esito del referendum, e non vedo che tragedia possa essere ... credo invece che l'Europa vada ripensata da zero, e questo referendum possa essere un'ottima occasione per farlo.

    RispondiElimina

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione.