venerdì 13 maggio 2016

Primavera nordica di Edith Irene Södergran




Primavera nordica

Tutti i miei castelli d’aria si sono sciolti come neve,

tutti i miei sogni defluiti come acqua,

di tutto ciò che ho amato mi rimane

un cielo azzurro e qualche pallida stella.

Il vento si muove piano tra gli alberi.

Il vuoto riposa. L’acqua è silenziosa.

Il vecchio abete sta sveglio e pensa

alla nuvola bianca baciata in sogno.

Edith Irene Södergran

1 commento:

  1. Delicatissima *_* provvedo a colmare la lacuna, non conoscevo questa poetessa :O

    RispondiElimina

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione.