domenica 29 maggio 2016

Filippine: proteste dei contadini danneggiati da El Niño per ottenere aiuti alimentari



Articolo da Global Voices

È dal mese di marzo che migliaia di contadini residenti nell'isola di Mindanao, a sud delle Filippine, soffrono la fame e protestano nei centri città, chiedendo che venga immediatamente messo a disposizione del riso per le vittime della siccità.

A causa del fenomeno climatico El Niño [en, come tutti i link seguenti], che ha portato una consistente diminuzione delle piogge ed un inaridimento dei territori rurali, i contadini non sono riusciti a piantare le loro coltivazioni per diversi mesi. All'inizio dell'anno è stato dichiarato lo stato di calamità in diverse province di Mindanao, e le autorità locali sono state autorizzate ad usare i fondi speciali per provvedere alla carestia di cibo che stava colpendo i residenti.

Durante il mese di marzo, però, molti contadini si sono lamentati del fatto che il riso messo a disposizione dal governo non era ancora stato distribuito nei loro villaggi. Più di 4.000 contadini si sono radunati davanti al magazzino del governo, nella città di Kidapawan, per chiedere del cibo e i fondi stanziati per le calamità; ma la polizia, invece di dare loro ciò che gli spettava, ha reagito con violenza, facendo sgomberare con la forza la folla di protestanti.

A causa dell'accaduto, l'hashtag #BigasHindiBala (Riso, Non Pallottole) si è diffuso tra gli utenti di Internet, i quali hanno contestato la decisione della polizia di attaccare i contadini che stavano semplicemente chiedendo del cibo. Molti hanno anche commentato la tragicità del fatto che siano proprio i produttori di cibo del paese ad essere affamati, mentre i politici ancora non sono stati in grado di risolvere il disastro causato da El Niño.


In seguito, è stata lanciata una campagna per la donazione del riso, attivamente supportata da diversi gruppi di beneficienza, cittadini sensibili all'accaduto e celebrità.

Alcuni giorni dopo lo spargimento di sangue avvenuto a Kidapawan, i contadini delle vicine province di Mindanao hanno organizzato una loro protesta per chiedere aiuti alimentari al governo.
Nel nord di Mindanao, il leader contadino Ireneo Udarbe spiega l'impatto di El Niño sulle comunità rurali:

"Il nostro sostentamento dipende dalla terra, che in questo momento, però, è troppo arida per far crescere qualsiasi cosa. I contadini sono pieni di risorse. Potremmo piantare altre coltivazioni o trovare altre colture che siano commestibili, ma in questo momento non abbiamo niente, solo ettari di polvere dove non crescerebbe neanche l'erbaccia."

Continua la lettura su Global Voices

Fonte: Global Voices


Autore: scritto da 
Mong Palatino tradotto da Agnese Tortosa 

Licenza: Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution 3.0 Unported License.


Articolo tratto interamente da 
Global Voices 



Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione.