mercoledì 27 gennaio 2016

Allora per la prima volta ci siamo accorti...



"Allora per la prima volta ci siamo accorti che la nostra lingua manca di parole per esprimere quest'offesa, la demolizione di un uomo. In un attimo, con intuizione quasi profetica, la realtà ci si è rivelata: siamo arrivati in fondo. Più già di così non si può andare: condizione umana più misera non c'è, e non è pensabile. Nulla è più nostro: ci hanno tolto gli abiti, le scarpe, anche i capelli; se parleremo, non ci ascolteranno, e se ci ascoltassero, non ci capirebbero. Ci toglieranno anche il nome: e se vorremo conservarlo, dovremo trovare in noi la forza di farlo, di fare sì che dietro al nome, qualcosa ancora di noi, di noi quali eravamo, rimanga." 

 Primo Levi 


 Tratto da | Se questo è un uomo di Primo Levi


8 commenti:

  1. Io ti rispondo con un'altra citazione che ho letto e mi è impressa nella memoria:" Usiamo il ricordo per capire il presente e salvare il futuro" così dice un'altro sopravvsisuto ai lager: il partigiano Bocchetta. Credo abbia ragione, impariamo e costruimo dal ricordo. Ciao Stefania

    RispondiElimina
  2. Non ci sono parole per descrivere cosa ha vissuto Levi e con lui quante migliaia di persone, mio nonno compreso. 3 anni prigioniero a NOrimberga.
    Eppure quante parole sono state dette. Quante sono state sprecate da chi nega l'olocausto e questa vergogna dell'umanità

    RispondiElimina
  3. Non dimenticheremo mai!!! L'orrore del Nazismo!!!
    Che terrorizzo il mondo intero.
    Ciao e buona sarata caro Vincenzo.
    Tomaso

    RispondiElimina
  4. "Se questo é un uomo" mi ha sempre fatto commuovere. Non bisogna mai dimenticare questo periodo buio e atroce della nostra storia!

    RispondiElimina
  5. Ho letto i tuoi ultimi due post e son cose che mettono i brividi solo a pensarci. Mi chiedo sempre come gli uomini abbiano potuto arrivare a tanto.. Un saluto.

    RispondiElimina
  6. Uno degli autori che mi ha davvero emozionato.

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  7. Parole terribili che rivelano un uomo di elevata statura morale.

    RispondiElimina
  8. Attenzione ché l'Olocausto non finisce mai.

    RispondiElimina

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione.