martedì 1 dicembre 2015

Mattino di dicembre di Fëdor Ivanovič Tjutčev


Mattino di dicembre

La luna in cielo, e imperturbata
l’ombra notturna è tuttavia:
regna tranquilla, senza darsi conto
che il giorno ormai già s’è scrollato,
che, sebben pigri e dubitosi,
l’uno s’aggiunge all’altro raggio
nel mentre il cielo del notturno
trionfo tutto ancora splende.
Ma non andranno due, tre istanti,
vaporerà la notte dalla terra,
e col fulgore delle apparizioni,
ci avrà afferrati il mondo diurno…

Fëdor Ivanovič Tjutčev

2 commenti:

  1. Ecco la sensazione la mattina è proprio quella di essere afferrati...
    Bella!

    RispondiElimina
  2. E' un andare e venire che evapora nel giorno..lo spettacolo che matura e si manifesta in tutto il suo fascino...molto belle queste immagini di avvicendamento. Ciao Stefania

    RispondiElimina

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione.