venerdì 25 settembre 2015

Violini d'Autunno di Paul Verlaine


Violini d'Autunno

Singhiozzi lunghi
dai violini
dell’autunno
mordono il cuore
con monotono
languore.
Ecco ansimando
e smorto, quando
suona l’ora,
io mi ricordo
gli antichi giorni
e piango;
e me ne vado
nel vento ingrato
che mi porta
di qua e di là
come fa la
foglia morta.


Paul Verlaine

 

4 commenti:

  1. Le foglie morte hanno sempre ispirato i poeti. E questa poesia di Paul Verlaine è bellissima.

    RispondiElimina
  2. Che dire di Verlaine? Nulla.... per noi parlano le sue poesie!

    RispondiElimina
  3. questa poesia è bellissima, è sempre un piacere passare di qua..buona serata :)

    RispondiElimina
  4. Da Verlaine ci si può aspettare questo ed altro ......
    Bella poesia Vincenzo, davvero molto autunnale ed adatta al periodo !
    Un saluto e buon fine settimana !

    RispondiElimina

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione.