venerdì 21 agosto 2015

Il diritto allo studio negato a 500.000 palestinesi

https://www.flickr.com/photos/freegaza/3113495886/

Articolo da Rete della Conoscenza

Per le famiglie palestinesi che si trovano all’interno dei 58 campi profughi situati nel “mondo arabo” (Siria,Libano,Giordania,Gaza,Cisgiordania,Iraq e altri paesi dell’area), campi in cui vivono oltre 5 milioni di rifugiati in attesa di tornare alle loro terre illegittimamente sottratte da Israele, questo settembre non si aprirà come tutti gli altri.

L’agenzia dell’ ONU che sostiene i rifugiati da oltre 65 anni (l’UNRWA) in particolare per quanto riguarda l’assistenza medica e l’istruzione ha dichiarato che ,ad oggi, non è in grado di garantire la scuola ad oltre 500.000 rifugiati palestinesi all’interno dei campi profughi a causa della mancanza di fondi, sempre più assorbiti da altre crisi umanitarie e sociali dell’area (basti pensare all’enorme emergenza Siriana).

Sono 101 milioni quelli che mancano all’appello delle donazioni internazionali e che permetterebbero la “regolare” apertura delle 700 scuole con la consegna del materiale didattico e il pagamento per professori ed ausiliari. All’interno dei campi profughi, come sottolinea un articolo de “il manifesto” del 12 agosto, la situazione sta diventando sempre più complessa: da un lato le famiglie degli studenti in stato di agitazione per il sacrosanto riconoscimento di un diritto universale come quello allo studio e le accuse delle organizzazioni Palestinesi all’UNRWA di truccare il bilancio e nei fatti, di mentire sulla mancanza dei fondi per l’apertura delle scuole in modo da costringere i profughi palestinesi a rinunciare al loro status, e quindi al diritto a ritornare nella loro terra, per forzarli ad integrarsi nell’attuale situazione geo-politica dell’area; e dall’altro le dichiarazioni del direttore dell’UNRWA Krä­hen­bühl che conferma l’impegno dell’agenzia e accusa il mancato finanziamento da parte dell’ONU e dei suoi stati membri.

Continua la lettura su Rete della Conoscenza


Fonte: Rete della Conoscenza


Autore: redazione Rete della Conoscenza


Licenza:

Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.


Articolo tratto interamente da
Rete della Conoscenza


Photo credit Free Gaza movement caricata su Flickr - licenza foto: Creative Commons

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione.