venerdì 10 luglio 2015

Copyright: l'europarlamento ha approvato il rapporto Reda


Articolo da PuntoInformatico.it

Roma - Stilato per orientare la istituzioni europee nell'abbracciare una necessaria riforma del diritto d'autore che sappia tenere conto dell'avvento del digitale, il report Reda si è conquistato l'approvazione a larga maggioranza nel Parlamento Europeo riunito in seduta plenaria.

Presentato a gennaio dall'europarlamentare tedesca eletta fra le fila del Partito Pirata, il report non raccoglie proposte vincolanti, né determinerà necessariamente il futuro del dibattito, che si dipanerà lungo l'iter di formulazione della proposta di direttiva che verrà presentata nei prossimi mesi: eppure, pur ospitando osservazioni e proposte definite moderate dai colleghi Pirata, ha scatenato dibattiti e gragnole di emendamenti, a dimostrare come le istituzioni, e il mercato, abbiano colto il valore del cambio di paradigma che sostiene.

La votazione in Commissione Giuridica del Parlamento Europeo, avvenuta a metà giugno, era stata teatro di un pesante ridimensionamento delle istanze di Reda: i parlamentari cui era stato sottoposto, nello smussare le puntuali proposte delineate nel report, avevano tradito la volontà di lasciare mano libera agli stati membri, evitando di sposare di posizioni troppo nette. Così era stato per le eccezioni al diritto d'autore per incoraggiare la diffusione, il riuso e la rielaborazione della cultura in ambito audiovisivo, così era stato per la libertà di panorama: pur facendo parte del quadro normativo di diversi stati membri, Italia compresa, la commissione JURI non aveva ritenuto opportuno raccomandare che queste previsioni venissero obbligatoriamente incastonate in tutti i quadri normativi dei paesi europei.

Continua la lettura su PuntoInformatico.it


Fonte: PuntoInformatico.it


Autore: Gaia Bottà

Licenza: Licenza Creative Commons
Questo opera è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 2.5 Italia.


Articolo tratto interamente da PuntoInformatico.it


Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione.