domenica 21 giugno 2015

Studio americano: il mondo si avvia verso la sua sesta estinzione di massa


 
Secondo un nuovo studio pubblicato sulla rivista Science Advances e condotto dagli esperti della Stanford University, Princeton University e la University of California, mettono in preallarme l'umanità intera, lanciando un grido d'allarme: il mondo si sta imbarcando nella sua sesta estinzione di massa.

Il tasso di estinzione delle specie nel 20° secolo è stato fino a 100 volte superiore a quello che sarebbe stato senza l'impatto dell'uomo.

Molti studi avevano già messo in guardia da anni, che un evento di estinzione di massa simile a quello che spazzò via i dinosauri si poteva verificare, ma questo è legato strettamente agli esseri umani che degradano e distruggono gli habitat.

Uno dei ricercatori ha invitato ad agire presto, rilasciando queste dichiarazioni:

 "Per evitare una vera estinzione di massa richiedono tempi rapidi e sforzi notevoli soprattutto per la conservazione delle specie già minacciate e in particolare la perdita di habitat, lo sfruttamento eccessivo per il guadagno economico e il cambiamento climatico".

Inoltre ricordano che gli esseri umani potrebbero essere tra le prime vittime e quello che ha distrutto negli anni, si ritorcerà contro.



11 commenti:

  1. Non è una buona notizia, ma stiamo facendo qualcosa perché ciò non avvenga?
    A me non sembra.

    Buona domenica!

    RispondiElimina
  2. Immagine che fa venire i brividi!!!
    Buona domenica da Beatris

    RispondiElimina
  3. Già ora il clima mondiale stà cambiando in peggio . Scienziati hanno già detto
    che siamo sulla via del NON RITORNO .La crescita mondiale di uomini ,
    come in Cina Africa India ,che la Terra non potrà più sfamare , e la sete di guadagni ,porterà Sì all'estinzione . Ci rimane la speranza.....Laura A.

    RispondiElimina
  4. ciao, ti passo una mia poesia intitolata "i dinosauri" la trovi su
    http://groviglidiparole.blogspot.it/2009/12/in-attesa-di-copenaghen.html

    RispondiElimina
  5. Catastrofismo e basta... ;)

    ispy 2.0

    RispondiElimina
  6. Un po' catastrofica l'immagine anche se temo abbastanza reale.
    Il problema è che siamo in tantissimi su questo pianeta. Ci siamo evoluti ed abbiamo anche aumentato le nostre necessità primarie.
    Tornare indietro credo sia molto difficile.
    Si può forse fare in modo di cambiare l'uso indiscriminato che facciamo della nostra "casa" (la terra) però vedo poche soluzioni. O ritorniamo a viveresenza auto, pc, telefonini riscaldamento acqua corrente in casa oppure...

    RispondiElimina
  7. La natura restituisce sempre e noi, tutti, dovremmo cercare sempre, ogni giorno, anche nel nostro piccolo, di rispettare quello che ci circonda...
    buona domenica

    RispondiElimina
  8. E il caso di ricordare Woody Allen, "Effetti collaterali": «Più che in ogni altra epoca storica, l'umanità si trova a un bivio. Una strada porta alla disperazione e allo sconforto più assoluto. L'altra alla totale estinzione. Preghiamo il cielo che ci dia la saggezza di fare la scelta esatta.»

    RispondiElimina
  9. Caro Vincenzo, se ci pensiamo non è bello esserci, ma purtroppo le prossime generazioni troveranno molto più dura vivere...
    Come vedi ci sono nuovamente, ora che il peggio è passato, io sto già pensando alle 3 settimane di vacanza che mi aspettano!!!
    Ciao e buona settimana caro amico.
    Tomaso

    RispondiElimina
  10. L'essere umano è stupido, spreca fin quando può sprecare senza preoccuparsi troppo delle conseguenze anche se molto vicine...

    Buona serata!

    RispondiElimina
  11. "Tutto nasce, tutto cresce, tutto si dissolve.
    Tutto è impermanente"

    RispondiElimina

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione.