sabato 20 giugno 2015

Autovelox senza revisione, le multe sono da annullare

Radarvelocidade20022007

Articolo da Befan.it

Se le multe agli automobilisti rappresentano una delle modalità principali usate dai Comuni per ottenere denaro dai cittadini, una recente sentenza della Corte costituzionale potrebbe portare ad una vera e propria rivoluzione del codice della strada.

In particolare, ad essere stati oggetto di tale sentenza sono gli autovelox, apparecchiature che ormai vengono utilizzate in tutta Italia e che riescono a “pizzicare” in flagrante un gran numero di guidatori indisciplinati, che non si accorgono in tempo della loro presenza, finendo per pagare in modo “salato” gli eccessi di velocità.

Ad essere stati messi sotto accusa sono gli autovelox non tarati. In base a quanto indicato dalla stessa Corte, gli autovelox (ma anche gli altri apparecchi che vengono impiegati per l’accertamento dei limiti di velocità) devono essere verificati con regolarità, in modo da certificarne il corretto funzionamento. Infatti, il deterioramento o la cosiddetta “obsolescenza” possono avere conseguenze importanti sulla loro affidabilità.
Queste considerazioni hanno portato la Corte Costituzionale a “bocciare” quanto previsto dall’articolo 45 del codice della strada. Infatti, quest’ultimo non prevede che gli autovelox vengano sottoposti a tale verifiche.
Era stata la Cassazione a sollecitare un intervento della Consulta. La sentenza ha evidenziato come gli strumenti di misurazione, in particolar modo quelli elettronici, possono essere soggetti a variazioni anche importanti dei valori rilevati. Questo è dovuto sia all’obsolescenza che ad eventuali urti, ma anche a shock termici (e meccanici) e a variazioni che intervengono nella “tensione di alimentazione”. Il fatto di esonerare tali strumenti da verifiche periodiche, oppure ad esami successivi ad interventi di manutenzione, viene giudicato come qualcosa di “irragionevole“.

Continua la lettura su Befan.it

Fonte: Befan.it


Autore: redazione Befan.it


Licenza: Licenza Creative Commons
Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.



Articolo tratto interamente da Befan.it

Photo credit Fábio Pozzebom/ABr (Agência Brasil [1]) [CC BY 3.0 br], via Wikimedia Commons

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione.