lunedì 18 maggio 2015

Via libera degli Stati Uniti alle trivellazioni della Shell nell’Artico


Articolo da Internazionale

L’amministrazione del presidente statunitense Barack Obama ha approvato il piano della compagnia petrolifera anglo olandese Royal Dutch Shell per riprendere le trivellazioni nelle acque dell’Artico, al largo delle coste dell’Alaska. La decisione è stata presa tre anni dopo il blocco delle operazioni della Shell a causa di una serie di errori e contrattempi. Gli ambientalisti hanno promesso manifestazioni per chiedere di fermare il progetto. Ecco quali sono le principali motivazioni.

  • Le trivellazioni nelle acque dell’Artico sono più pericolose rispetto a quelle nei mari più temperati e potrebbero causare disastri ancora più gravi di quello della piattaforma petrolifera Deepwater horizon dell’aprile 2010, quando quasi cinque milioni di barili di greggio si riversarono nel Golfo del Messico.
  • La più vicina stazione di guardia sulla costa con attrezzature in grado di rispondere a una fuoriuscita di petrolio si trova a più di 1.500 chilometri di distanza.
  • Nell’area delle trivellazioni il clima è estremo, le acque sono ghiacciate e spesso ci sono forti tempeste, con onde fino a 15 metri. Il mare inoltre è una zona di migrazione e di alimentazione di mammiferi marini, tra cui balene artiche e trichechi.
  • Nel settembre del 2012 la Shell fu costretta a fermare le operazioni per problemi all’equipaggiamento di sicurezza destinato a contenere le eventuali fuoriuscite di petrolio. Inoltre la piattaforma petrolifera Kulluk, che doveva essere usata per le trivellazioni, s’incagliò dopo essersi sganciata da un rimorchiatore che la stava trasportando verso un porto. La Noble dribbling, che lavorava per la Shell, ricevette una multa da 12 milioni di dollari per inquinamento.

Continua la lettura su Internazionale


Fonte: Internazionale


Autore: redazione Internazionale

Licenza: Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Unported.


Articolo tratto interamente da Internazionale
     

1 commento:

  1. E' un vero schifo che i soldi la abbiano sempre vinta su ogni alto tipo di considerazione. Speravo che Obama non fosse così cieco .... invece
    Io ancora spero che vengano fermati in qualche altro modo.
    Ma lo vogliono capire che la Terra è una sola e non si possono comportare come se appartenesse a loro ?! Che Pena ...... che porto nel cuore quando sento cose come questa :-(

    RispondiElimina

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione.