lunedì 23 marzo 2015

Il mare ribolle a Napoli: condotta fognaria rotta o altro?

In queste ore un video caricato sul web ha suscitato panico e curiosità, tra le persone che vivono alle pendici del Vesuvio. Nel filmato sembra che il mare ribolli e naturalmente in una zona vulcanica, sicuramente crea preoccupazioni. Comunque in queste ore sono arrivate le prime risposte dalla capitaneria di porto; il fenomeno è da attribuire alla rottura di una condotta fognaria che si trova sul fondo del mare e nelle prossime ore ci saranno ulteriori sopralluoghi .
Vi mostro il filmato in questione.




Video credit FabrizioJJ caricato su YouReporter.it

7 commenti:

  1. Wwwwoooowwww...certo che c'era da preoccuparsi. Meno male che non era nulla di peggio, anche se quando si rompe un tubo fognario...
    Ciao Vincenzo.

    RispondiElimina
  2. Caro Vincenzo, qui la cosa si fa molto seria, se la temperatura del mare fa questi scherzi, per me è difficile credere che non ci si deve preoccupare.
    Comunque il tempo ce lo dirà.$ciao e buona giornata co amico.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Attendiamo le analisi e speriamo che non sia nulla di rilevante.

      Elimina
  3. cavaliere lo sapremo oggi, dopo l'ispezione dei geologi...anche perchè una fogna non produce "calore" e ti assicuro che l'acqua è calda...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche se adesso vivo in un’altra zona d'Italia, sono nato anch'io alle pendici del Vesuvio e spero che non sia nulla di grave. Comunque esistono alcune bocche vulcaniche sottomarine nel golfo e anche i pescatori conoscono l'esistenza di queste.

      Elimina
    2. si infatti, tutte le caldane tra ischia e campi flegrei...
      dunque potrebbe tranquillamente essere una di queste "nuove"
      speriamo!
      ciao cavaliere napoletano ;)

      Elimina

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione.