sabato 10 gennaio 2015

L'umanità deve vivere in un mondo unito...


"L'umanità deve vivere in un mondo unito, dove si mescolino le razze, le lingue, i costumi e i sogni di tutti gli uomini. Il nazionalismo ripugna alla ragione. In nulla beneficia i popoli. Serve solo affinché in suo nome si commettano i peggiori abusi."

Isabel Allende

Tratto da | D'amore e ombra di Isabel Allende



8 commenti:

  1. Parole che devono passare da una mente all'altra solo così sarà possibile.
    Ciao e buona domenica caro Vincenzo.
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Concordo con questa frase.,buona domenica Cavaliere!

    RispondiElimina
  3. Un sogno e un miraggio. Ma a questo dobbiamo tendere.

    RispondiElimina
  4. Non è il nazionalismo il problema, ma la religione: si uccide in nome di un dio che non esiste, sempre e comunque.

    RispondiElimina
  5. Sarebbe bello se fosse un pensiero di tutti.
    Dani

    RispondiElimina
  6. Adoro Isabel Allende, ho letto moltissimi suoi libri e condivido questa sua frase completamente!
    Di questi tempi poi, è bene tenerla a mente!
    Grazie per avermela ricordata e avermi fatto tornar voglia di rileggere qualche suo libro ^_^
    Buona serata
    Serena

    RispondiElimina
  7. Non mi piace l'idea di un mondo dove tutto si mescola. Non troppo, almeno. Quello che servirebbe, secondo me, è avere il piacere di conoscere gli altri "punti di vista", piuttosto che decidere che il proprio è quello migliore. Ma non per mescolare tutto.
    A me piace che ci siano tanti popoli differenti e che viaggiando o leggendo si possano scoprire luoghi fatti di ambienti ma anche di culture diverse, più o meno lontane dalla propria o dalle altre in cui ci si è già imbattuti.
    Non mi piace l'idea che col tempo ci si possa stupire di tutto questo semplicemente in una sorta di riunione condominiale.

    RispondiElimina

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione.