martedì 28 maggio 2013

Commenti liberi su bavaglio al web





Ancora una volta la rete è presa di mira dal mondo politico.  Ecco alcuni link interessanti sugli ultimi avvenimenti:

Presentata una nuova proposta di "legge-bavaglio" per il Web tratto da Geekissimo

Il Web non è un Far West tratto da ITespresso.it

Si tenta ancora di censurare internet tratto da QuoMedia
 
“Ronde digitali” a caccia di diffamazioni online, nell’interesse di dipendenti e amministratori pubblici? tratto da LeggiOggi.it

Paura del web, da Boldrini ai blogger. “Ma in Usa ed Europa sono più liberali” tratto da Il Fatto Quotidiano

Internet è un mondo senza regole? tratto da Gblog


Aspetto un vostro commento in merito.

 

The Core: recensione del film

Apocalypse Taipei

The Core è un film del 2003 diretto da Jon Amiel.

Trama

Sulla terra stanno succedendo strane anomalie: nello stesso momento diversi esseri umani si accasciano a terra morti senza che si siano sentiti male, poco più tardi, alcuni stormi di piccioni precipitano morenti sulle città. Josh Keyes, insegnante dell'Università di Chicago e Serge Leveque, specialista di armi ad alta energia, sostengono che gli eventi sono riconducibili ad una probabile alterazione del campo elettromagnetico della Terra. Anche nello spazio qualcosa non va: due astronauti, Rebecca "Beck" Child e Bob Iverson escono fuori rotta con lo Shuttle durante il rientro sulla Terra, finendo per atterrare sul fiume di Los Angeles. Inizialmente negante dei risultati di Josh, un famoso scienziato e scrittore, Conrad Zimsky, convoca Josh al Pentagono per dichiarare il destino della Terra: il campo elettromagnetico sta effettivamente collassando a causa del nucleo interno della Terra che ha smesso di girare. Questo permetterà alle radiazioni cosmiche di "arrostire" il pianeta e Josh ritiene che anche se ci fosse un piano per rimetterlo in moto non sarebbe possibile raggiungerlo. Sul punto di rinunciare a un piano per salvare la Terra, Zimsky, Josh e Serge si rivolgono a Edward "Braz" Brazzelton, un uomo che da anni avrebbe inventato e progettato una nave capace di penetrare nel sottosuolo con laser e ultrasuoni, nonché un materiale noto come "unobtanio", che usato come rivestimento esterno converte le elevate temperature e pressioni della Terra in energia per la nave.
Gli Stati Uniti d'America finanziano la costruzione della nave supervisionata da Braz, che si unirà all'equipaggio; Serge installa cinque potenti armi di distruzione di massa per far ripartire il nucleo. Keyes sviluppa un'ottima tecnologia MRI per poter visualizzare la roccia esterna e guidare la nave, e arruola anche l'aiuto di un giovanissimo hacker, Theodore "Ratto" Finch, che li aiuterà con le comunicazioni tra la nave e la superficie, ma anche e soprattutto a cercare di evitare che la notizia dell'imminente disastro planetario si trasmetta velocemente via Internet e scateni il panico in tutto il mondo. La nave sarà pilotata dai due astronauti Iverson e Beck.
Nel frattempo si scatenano supertempeste di fulmini in tutto il mondo, in particolare a Roma che viene devastata e il Colosseo raso al suolo. La cosa costringerà l'equipaggio a portare subito la nave sottoterra. La nave, denominata Virgil (in onore di Virgilio, che accompagnò Dante nel viaggio all'Inferno), si inabissa nella crosta terrestre nei pressi della Fossa delle Marianne e comincia il suo viaggio verso il centro della Terra, senza che nessuno sappia ancora di nulla. Dopo alcune ore in cui tutto va bene, la nave, che attraversa il mantello perforandolo con i laser, entra inevitabilmente dentro un gigantesco geode (poiché il computer di bordo era stato programmato per evitare solo gli strati impenetrabili di roccia massiccia e non le rocce vuote come, appunto, i geodi) con guscio di cobalto cosparso di cristalli di ametista all'interno, e uno dei cristalli si incastra nei laser causandone il blocco. L'equipaggio è costretto ad uscire dall'entrata del propulsore (inondandola di azoto liquido preso dall'impianto di raffreddamento) per tagliare il cristallo. Entrando nel "geode" Virgil indebolisce il guscio che inizia a rompersi, l'interno comincia a riempirsi completamente di magma; l'equipaggio riesce comunque a liberare i laser e ad uscire dal guscio di cobalto appena in tempo, ma qui il comandante Iverson muore cadendo nel magma a causa di un cristallo che, staccatosi dall'alto, si conficca proprio nella sua testa rompendogli l'elmo e provocandogli un conseguente eccesso di pressurizzazione ed una grave emorragia. A questo punto Beck piloterà la nave fino al nucleo.
Successivamente, ormai vicini al nucleo, arrivano in un punto dove sono presenti giganteschi cristalli di diamante nel magma e accidentalmente la nave viene colpita da un diamante. Il comparto danneggiato viene automaticamente espulso con Serge che è rimasto intrappolato nel tentativo di salvare i timer delle detonazioni. Beck, pur sapendo che un comparto danneggiato avrebbe compromesso la nave se non fosse stato eliminato, giustifica il mancato annullamento del comando automatico di espulsione dicendo che Serge si sarebbe sacrificato per salvare non tutto il mondo, ma solo la sua famiglia.

Proverbio del giorno



Non sono le asperità del terreno a far male ai piedi, ma i sassolini che entrano nelle scarpe.

L’Eternità di Arthur Rimbaud



L’Eternità

 È ritrovata.
Che cosa? L'Eternità.
È il mare andato via
Col sole.

Anima sentinella,
Mormoriamo la confessione
Della notte così nulla
E del giorno di fuoco.

Dagli umani suffragi,
Dai comuni slanci
Lì tu ti liberi
E voli a seconda.

Poiché soltanto da voi,
Braci di raso,
Il Dovere si esala
Senza dire: finalmente.

Là nessuna speranza,
Nessun orietur.
Scienza con pazienza,
Il supplizio è certo.

È ritrovata.
Che cosa? - l'Eternità
È il mare andato via
Col sole.

Maggio 1872

Arthur Rimbaud


lunedì 27 maggio 2013

Comunicazione di servizio



Invito tutti gli amici blogger di controllare se sono presenti nel blog roll in basso a destra. Se non trovate il vostro blog, sarò ben lieto d'inserirvi nella lista dei blog amici.
Grazie mille per l'aiuto.




 
 

La terra ribolle in Emilia

Nelle zone colpite dal sisma del maggio 2012 è stato notato uno strano fenomeno; praticamente si sente un rumore e dal terreno sarebbe emesso anche un gas.
I geologi continuano a monitorare la situazione, ma la paura di nuove scosse resta.



Video credit Peter85 caricato su YouReporter



Video credit Peter85 caricato su YouReporter



La realtà non è quasi mai come appare

looking for reality


"Quando siamo troppo allegri, in realtà siamo infelici. Quando parliamo troppo, in realtà siamo a disagio. Quando urliamo, in realtà abbiamo paura. In realtà, la realtà non è quasi mai come appare. Nei silenzi, negli equilibri, nelle “continenze” si trovano la vera realtà e la vera forza."
 
Virginia Woolf

Photo credit Cornelia Kopp caricata su Flickr - licenza foto: Creative Commons

Scorci di primavera


Glimpses of spring from Luciano Bosticco on Vimeo.

Photo e video credit  caricato su Vimeo - licenza: Creative Commons



Mar Jonio: vogliono trivellarlo per cercare il petrolio

" 12 - ITALY - Salento Marina d'Uggento sea beach

Articolo da Greenreport.it

L'Organizzazione lucana ambientalista (Ola), Med No Triv e No Scorie Trisaia, informano che «E' stata pubblicata sul sito del Ministero dell'Ambiente la documentazione nell'ambito della procedura VIA per l'istanza di ricerca di idrocarburi  in mare "d 68 F.R-.TU" della britannica Transunion Petroleum Ltd. La scadenza per le presentazione delle osservazioni scadono il 13 luglio 2013».

Le tre associazioni ambientaliste scrivono che il 14 maggio l'amministratore della società britannica Transunion Petroleum Ltd, Steve Jenkins ha presentato all'ufficio Valutazione di impatto ambientale  del ministero dell'ambiente, alle Regioni Basilicata, Puglia e Calabria, alle Province di Crotone, Cosenza, Matera, Taranto e Lecce ed a 49 comuni rivieraschi dell'arco jonico lucano-calabrese-pugliese «L'istanza di avvio della procedura VIA, ai sensi dell'art.23 del D.lgs 152/2006, relativamente al progetto di ricerca denominato "d68 F.R. - TU" nel Mar Jonio».

La notizia della richiesta della multinazionale è stata data alle associazioni dal Comune di Polico, da sempre alla testa della battaglia contro le trivelle del Mar Jonio, fautore della Carta di Herakleia, un documento sottoscritto da enti locali, istituzioni, associazioni e comitati che ribadisce «La centralità dei valori naturali ed ambientali del mare e della costa jonica, vera ricchezza e fonte di reddito delle comunità rivierasche che ribadiscono con forza il proprio no ai progetti governativi e della politica della Sen dell'ex ministro Passera che vogliono trasformare il sud in una servitù energetica, con oltre 11 tra permessi e concessioni petrolifere nel solo Mar Jonio».

Continua la lettura su Greenreport.it

Fonte: Greenreport.it


Autore: redazione Greenreport

Licenza:
Copyleft


Articolo tratto interamente da Greenreport.it


Photo credit Andrea (Own work) [CC-BY-SA-3.0-it], via Wikimedia Commons

sabato 25 maggio 2013

Vi ricordo l'iniziativa poesie e racconti dal web

video

Voglio ricordare a tutti gli amici e lettori di questo blog, l'iniziativa poesie e racconti dal web. Se siete interessati alla pubblicazione di una vostra opera su questo blog, inviatemi  la vostra richiesta via  e-mail.





Domani a Bologna: referendum sulla scuola


Domani 26 maggio si svolgerà a Bologna un referendum che deciderà sul finanziamento di un milione di euro alle scuole paritarie. Rispetto tutti, ma io sono un fermo sostenitore che i soldi pubblici devono restare tali e non versarli ai privati che hanno finalità di lucro. Molti istituti pubblici cadono a pezzi e tanti genitori hanno dovuto organizzarsi, per finanziare lavori e attività didattiche.

Per maggiori informazioni:

http://referendum.articolo33.org/




Video credit VotiAmo ScuolA PubblicA caricato su YouTube

La quercia caduta di Giovanni Pascoli



La quercia caduta

Dov'era l'ombra, or sè la quercia spande
morta, né più coi turbini tenzona.
La gente dice: Or vedo: era pur grande!

Pendono qua e là dalla corona
i nidietti della primavera.
Dice la gente: Or vedo: era pur buona!

Ognuno loda, ognuno taglia.
A sera ognuno col suo grave fascio va.
Nell'aria, un pianto... d'una capinera

che cerca il nido che non troverà.
 
Giovanni Pascoli
 
 
 

Io mi meraviglio...

 


"Io mi meraviglio davvero che la vita stia ancora qui dopo tutti questi secoli, dopo l'inferno di tutti i nostri errori e della nostra piccolezza e della nostra ingordigia, il nostro egoismo, il nostro rancore, la vita sta sempre qui e questo pensiero mi rende stranamente euforico, mi giro e torno nella stanza in cui scrivo."

Charles Bukowski
 

Proverbio del giorno



Quando incontri un uomo troppo stanco per offrirti il suo sorriso, lasciagli il tuo. Nessuno ha tanto bisogno di un sorriso quanto colui che non lo sa più donare.

Proverbio cinese
 
 

Siamo in pieno inverno!


La situazione meteo è tutt'altro che quella della tarda primavera, ma in quest'ore siamo ripiombati in pieno inverno. In tutta la penisola ci sono forti piogge, grandinate e nevicate sui rilievi; senza dimenticare la formazione di qualche tromba d'aria. Vi lascio alcuni video caricati sul noto portale YouReporter.

 Tromba d'aria marina a Torre del Greco



Video credit vitodipirro caricato su YouReporter

Neve sulla SP96 del Lago Santo (Cembra)



Video credit Andre_Official caricato su YouReporter

Forte vento in laguna a Venezia



Video credit vitosideb caricato su YouReporter


giovedì 23 maggio 2013

Citazione del giorno


"La mafia non è affatto invincibile; è un fatto umano e come tutti i fatti umani ha un inizio e avrà anche una fine."

Giovanni Falcone
 
 

Un violento tornado ha colpito Efremov (Russia)

Mentre negli Stati Uniti si stimano i danni, un nuovo evento si è verificato in Russia.  Si contano una dozzina di persone ferite e molti edifici danneggiati, nella piccola città di Efremov. Gli esperti parlano di evento raro a queste latitudini e non si escludono nuovi tornado in altre parti d'Europa.



Video credit CronacaLive caricato su YouReporter.it

mercoledì 22 maggio 2013

Si è spento Don Gallo

Don Andrea Gallo
 
 
 
È morto a Genova don Andrea Gallo, aveva 84 anni.


Link notizia: http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/05/22/don-gallo-laltra-faccia-della-chiesa-addio-al-prete-dei-movimenti/600896/

Biografia: http://it.wikipedia.org/wiki/Andrea_Gallo


Questo blog vuole ricordarlo con una sua citazione:

"La strada mi arricchisce, continuamente. Lì avvengono gli incontri più significativi, l'incontro della vera sofferenza, l'incontro di chi però ha ancora tanta speranza e allora guarda, attende. Per la strada nascono le alternative, nasce il voler conquistare dei diritti."


Don Andrea Gallo

 
Photo credit Filippo Caranti caricata su Flickr - licenza foto: Creative Commons



Nothing But the Truth: recensione del film


 
Nothing But the Truth è un film del 2008 scritto e diretto da Rod Lurie.


Trama

La reporter del Capital Sun-Times Rachel Armstrong, dopo aver realizzato uno scoop su uno scandalo governativo svelando il nome di un agente della CIA sotto copertura, rifiuta di rivelare la fonte dell'informazione per difendere la propria deontologia professionale, venendo per questo arrestata.

Curiosità sul film

Il film è stato distribuito negli Stati Uniti direttamente in DVD nell'aprile 2009. Anche in Italia il film è uscito direttamente in DVD.


Questo articolo è pubblicato nei termini della GNU Free Documentation License. Esso utilizza materiale tratto da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Brasile: gli Indios resistono allo “sviluppo” imposto dallo Stato

Ocupação BM - 06 de Maio

Articolo da Global Voices

Questo articolo fa parte dello Speciale sull'inchiesta Belo Monte [pt].

La politica a favore degli indigeni del governo di Dilma Roussef è stata oggetto di innumerevoli critiche [pt, come i link successivi, eccetto ove diversamente indicato] da parte di specialisti e attivisti. In nome dello “sviluppo“- tradotto in costruzione di strade, industrie minerarie, centrali idroelettriche e sfruttamento delle risorse naturali- alcune tribù hanno perso i diritti sulle terre che hanno abitato per millenni.

Studenti come Idelber Avelar reputano il governo Dilma il più arretrato nei confronti degli Indios dalla fine della Dittatura Militare (1964-1985), quando a centinaia fuorno torturati e uccisi per mano dello Stato. Si ricordi ad esempio il caso dei due milioni di indigeni della tribù Waimiri-Atroari scomparsi improvvisamente per aver osato intromettersi sul cammino del “progresso” o “miracolo economico“.

La costruzione della Centrale Idroelettrica di Belo Monte (UHE di Belo Monte) è l'esempio più significativo della violenza in atto contro gli Indios nella storia recente del Brasile. In data 2 maggio 2013, la popolazione del fiume Xingu [it], principale corso d'acqua interessato per la realizzazione della turbina, ha protestato invadendo i cantieri in cui sono in corso i lavori di costruzione. I circa 200 indigeni di diverse etnie hanno lanciato un appello per denunciare la condizione di violenza alla quale sono sottoposti:

 Vocês estão apontando armas na nossa cabeça. Vocês sitiam nossos territórios com soldados e caminhões de guerra. Vocês fazem o peixe desaparecer. Vocês roubam os ossos dos antigos que estão enterrados na nossa terra.
Vocês fazem isso porque tem medo de nos ouvir. De ouvir que não queremos barragem. De entender porque não queremos barragem.

Ci state puntando le armi contro. Circondate le nostre terre con militari e carri armati. Fate scomparire il pesce. Rubate le ossa dei nostri cari seppelliti nella nostra terra.
Fate tutto questo perché avete paura di ascoltarci. Avete paura di sentirvi dire che non vogliamo la diga. Avete paura di capire perché non la vogliamo.


Gli indigeni che hanno invaso Belo Monte (fino alla notte del 9 maggio) hanno ricevuto il sostegno di quasi tremila operai coinvolti nella costruzione che hanno denunciato intimidazioni e hanno organizzato scioperi per evidenziare le pessime condizioni di lavoro e alloggio in cui vivono, inclusi rapimenti, repressioni e omicidi.

Il giornalista Ruy Sposati ha reso pubblica la violenza in atto sulla stampa locale denunciando anche l'impresa stessa:

Não é trivial. É a expulsão de jornalistas, em plena democracia, pelo aparato policial do Estado, do sítio de construção da obra mais cara da história do Brasil…., feita com dinheiro público, com seríssimos impactos humanos e ambientais, escassa demonstração de sua utilidade inúmeras acusações de violação da lei e, neste fim de semana, a incrível novidade de jornalistas expulsos por forças policiais, em plena democracia. Cabe lembrar que Belo Monte foi inicialmente orçada em R$ 4,5 bilhões e já se encontra em quase R$ 30 bilhões.

Non si tratta di una questione irrilevante. Qui si parla di espulsione di giornalisti, in piena democrazia, da parte delle forze di polizia, dallo spazio in cui sta creando l'opera più costosa della storia del Brasile … fatta con denaro pubblico e con gravissime ripercussioni sull'ambiente e gli esseri umani. Dimostra una scarsa utilità e ha comportato innumerevoli accuse di violazione di leggi e, questo fine settimana, l'incredibile novità dei giornalisti espulsi a forza dalla polizia. È bene ricordare che Belo Monte era inizialmente stimato intorno ai 4,5 milioni di Reais (circa 1 milione e 710 mila euro) mentre ora ne vale quasi 30 (circa 11 milioni e 409 mila euro).


A Rio de Janeiro, l'area destinata agli indigeni Aldeia Maracanã [it] è stata invasa per fare spazio al settore di circolazione dei tifosi che saranno presenti per la Coppa del Mondo 2014 e, in futuro, per il Museo Olimpico, una costruzione assai criticata da indigeni e attivisti. Il 26 aprile ci sono state proteste per l'invasione di questa zona.

L'utente di Youtube patrickgranja, ha pubblicato un video che mostra la violenza dei poliziotti contro i manifestanti.

Nello stato di Mato Grosso do Sul [it], indigeni dell'etnia Guarani-Kaiowá [it] continuano la loro battaglia per la sopravvivenza contro il massacro causato dagli interessi dei latifondi di bestiame, canna da zucchero e soia, i quali sono all'ordine del giorno nella regione, e la minaccia di perdere terre già delimitate per colpa delle lobby della parte più ruralista del Congresso.

martedì 21 maggio 2013

Le parole



"Le parole sono buone. Le parole sono cattive. Le parole offendono. Le parole chiedono scusa. Le parole bruciano. Le parole accarezzano. Le parole sono date, scambiate, offerte, vendute e inventate. Le parole sono assenti. Alcune parole ci succhiano, non ci mollano; sono come zecche: si annidano nei libri, nei giornali, nelle carte e nei cartelloni. Le parole consigliano, suggeriscono, insinuano, ordinano, impongono, segregano, eliminano. Sono melliflue o aspre. Il mondo gira sulle parole lubrificate con l’olio della pazienza. I cervelli sono pieni di parole che vivono in santa pace con le loro contrarie e nemiche. Per questo le persone fanno il contrario di quel che pensano, credendo di pensare quel che fanno."

Tratto da Di Questo Mondo e degli Altri di José Saramago


Flickr si rinnova

flickr Badges

Articolo da Wired

Yahoo! sempre più scatenato e deciso a innovarsi per tornare competitivo. Dopo aver comprato Tumblr per oltre un miliardo di dollari, l'azienda di Sunnyvale ha annunciato il restyling di Flickr, uno dei suoi prodotti più popolari. Finalmente, diciamo noi (e lo pensano anche i nostri fratelli maggiori di Wired.com). Perché non se ne poteva più di un sito per la condivisione di foto che sembrava essere stato disegnato vent'anni fa (nonostante qualche piccola modifica negli anni ci sia stata). “Tutto quello che abbiamo fatto in questa nuova progettazione è stato di mettere al centro di tutto le immagini, spiega Brett Wayn, vice presidente di Flickr. Niente male, per un sito completamente dedicato alle immagini.

Il restyling rimuove completamente gli spazi bianchi prima onnipresenti e tutti i meta-dati delle immagini che interessavano solo i più geek tra i fotografi. Adesso le pagine sono completamente occupate da un mosaico gigante multicolore. O con sfumature di grigio, se si seguono artisti che scattano solo in bianco e nero. Il nuovo Flickr, inoltre, offre 1 terabyte di spazio gratuito per l'archiviazione delle immagini. Secondo Adam Cahan, vice presidente dei prodotti emergenti e della telefonia mobile di Yahoo!, scattando una foto ogni ora ogni giorno, ci vogliono 65 anni e mezzo per esaurire lo spazio disponibile. In ogni caso, si può sempre scegliere la versione senza pubblicità (50 dollari l'anno) o quella pro, con 2 terabyte di spazio, per 500 dollari l'anno.

Vediamo cosa è successo alla sezione principale del sito, Esplora, quella dove vengono presentate le ultime foto caricate dalla comunità. La nuova interfaccia utente riempie il feed delle attività con una serie di immagine ridimensionate in modo dinamico: il motore grafico di Flickr analizza le foto e le dispone in modo tale da creare una sorta di muro di immagini. Fortunatamente, il rapporto tra altezza e larghezza delle foto viene lasciato sempre invariato.

Continua la lettura su Wired

Fonte: Wired

Autore: Sandro Iannaccone

Licenza: Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported License.



Articolo tratto interamente da Wired



Photo credit Alexander Kaiser caricata su Flickr - licenza foto: Creative Commons

Proverbio del giorno



Povero quel viso dove non c'è sorriso.
 

Tornado devastante in Oklahoma

Un tornado ha devastato la periferia di Oklahoma City, causando molte vittime, feriti e dispersi. Secondo gli esperti il fenomeno ha toccato i massimi livelli della scala d’intensità sia per durata sia per forza e con venti oltre i 300 chilometri orari. Purtroppo il tornado ha colpito anche un ospedale e due scuole elementari, causando molte vittime.

In queste ore, si continua a scavare tra le macerie alla ricerca dei dispersi.





Video credit Attila1487 caricato su YouTube


lunedì 20 maggio 2013

Il 31 maggio un asteroide sfiorerà la Terra

Asteroid Belt Around Sun Sized Star


Il 31 maggio, un gigantesco asteroide passerà molto vicino al nostro pianeta. Questo corpo celeste si chiama 1998 QE2, scoperto il 19 agosto 1998 dal Massachusetts Institute of Technology Lincoln Near Earth Asteroid Research (Linear) . La sua lunghezza è di 2,7 km e passerà a 5,8 milioni di chilometri dal nostro pianeta.

Questo è un asteroide di dimensioni simili a quello che avrebbe causato l'estinzione dei dinosauri, ma la distanza del passaggio è considerata sicura.


Photo credit  NASA/JPL-Caltech (NASA Image of the Day) [Public domain], via Wikimedia Commons

 

Alla fine...



Alla fine un poco ti rassegni, capisci che non puoi continuare a stare male per chi non si cura nemmeno di avertene fatto. Non cerchi spiegazioni, rimani con l’amarezza di non sapere… chiudi la porta del tuo cuore e vai avanti.

Alla fine ricorderemo non le parole dei nostri nemici, ma il silenzio dei nostri amici.


Martin Luther King
 
 

Stelle di notte


Stars at night Mt. Hood Oregon USA. Time Lapse Video by Steven Koch Photography. Please watch in HD. from Steven Koch on Vimeo.

Photo e video credit Steven Koch caricato su Vimeo - licenza: Creative Commons


Una mattina gloriosa


What's the story: Morning Glory! from Ben on Vimeo.

Photo e video credit  caricato su Vimeo - licenza: Creative Commons

Citazione del giorno



"I diritti degli uomini devono essere di tutti gli uomini, proprio di tutti, sennò chiamateli privilegi."

Gino Strada

Terremoto Emilia: un anno fa e oggi



Video credit Peter85 caricato su YouReporter.it

20 maggio 2012 - Una serie di scosse devasta l'Emilia

Terremoto Emilia

Articolo da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il terremoto dell'Emilia, Lombardia e Veneto del 2012 è un evento sismico costituito da una serie di scosse localizzate nel distretto sismico della pianura padana emiliana, prevalentemente nelle province di Modena, Ferrara, Mantova, Reggio Emilia, Bologna e Rovigo, ma avvertiti anche in un'area molto vasta comprendente tutta l'Italia Centro-Settentrionale e parte della Svizzera, della Slovenia, della Croazia, dell'Austria, della Francia sud-orientale e della Germania meridionale.Già tra il 25 e il 27 gennaio si ebbero in zona fenomeni significativi, ma le 2 scosse più forti (alla fine riunite in una sola), rispettivamente di magnitudo MI5,9 e Mw5,86 sono state registrate nello stesso istante il 20 maggio 2012 alle ore 04:03:52 ora italiana (02:03:52 UTC), con epicentro nel territorio comunale di Finale Emilia (MO), con ipocentro a una profondità di 6,3 km.
Il 29 maggio alle 09:00 una nuova scossa molto forte di magnitudo MI5,8 e Mw5,66 è avvertita in tutta l'Italia Settentrionale, creando panico e disagi in molte città come Ferrara, Modena, Reggio Emilia, Bologna, Mantova e Rovigo, Brescia, Piacenza, Parma, Verona, Padova, Vicenza, Venezia e Milano; l'epicentro è situato nella zona compresa fra Mirandola, Medolla e San Felice sul Panaro. A quella delle 9:00 si sono susseguite altre tre scosse rilevanti sempre in data 29 maggio: una alle 12:55 di magnitudo 5,4, una alle 13:00 di magnitudo 4,9 e un'ulteriore scossa alla stessa ora di magnitudo 5,2[14].
Il 31 maggio alle 16:58 una scossa di magnitudo 4,0 con epicentro a Rolo e Novi di Modena, ha colpito la zona della bassa reggiana e dell'oltrepò mantovano, già molto provate dalle scosse dei giorni precedenti che avevano avuto come epicentro la vicina area della bassa modenese. Sempre la sera del 31 maggio alle ore 21:04 si è verificata una scossa di magnitudo 4,2 con epicentro a San Possidonio.
Queste scosse sono state seguite da uno sciame sismico con scosse di magnitudo variabile di minore entità scala Richter. Un'altra scossa di magnitudo 5,1 è stata avvertita in tutto il Nord Italia il 3 giugno 2012 alle ore 21:20:43 ora italiana (19:20:43 UTC), con epicentro in Novi di Modena.
Le accelerazioni di picco registrate dall'accelerometro di Mirandola durante le scosse più forti del 20 maggio e del 29 maggio sono state rispettivamente di 0,31 g e di 0,29 g, valori che in base alla carte vigenti di pericolosità sismica renderebbero stimabile in circa 2500 anni il tempo di ritorno di ciascun evento nella medesima area.
I due eventi sismici principali hanno causato un totale di 27 vittime (22 nei crolli, tre per infarto o malore e due per le ferite riportate), in maggioranza dipendenti di aziende distrutte. Il 4 giugno 2012 è stato proclamato giornata di lutto nazionale per le vittime del terremoto.
L'intensità massima dei terremoti, stimata come cumolo degli effetti della sequenza, è stata pari a 8, secondo la Scala Macrosismica Europea (EMS-98).

Continua la lettura su Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Questo articolo è pubblicato nei termini della GNU Free Documentation License. Esso utilizza materiale tratto da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Photo credit Alessio Mesiano caricata su Flickr - licenza foto: Creative Commons


 

giovedì 16 maggio 2013

Blogger introduce il modulo di contatto



Il team di supporto ha introdotto un nuovo widget nella piattaforma Blogger, per facilitare i contatti verso l'autore di un blog.  Se vuoi inviare un messaggio, bisogna compilare tutte le parti del modulo inserendo un nome valido, l'indirizzo email e il messaggio. Il proprietario del blog riceverà il messaggio nella email di registrazione.

 
Se vuoi installare il widget, procedere in questo modo:
  1. Cliccare su Layout
  2. Aggiungi un gadget
  3. Altri gadget
  4. Selezionare modulo di contatto
  5. Salvare



mercoledì 15 maggio 2013

La fame aumenta anche in Gran Bretagna

 
Articolo da Pressenza
 
 
In Gran Bretagna i drastici tagli alle spese sociali realizzati dal governo di coalizione hanno un impatto sempre maggiore. Le misure di austerità che cercano di fronteggiare la crisi finanziaria hanno effetti devastanti sui settori più vulnerabili.
Secondo un’indagine del sito Netmums una madre inglese su cinque non sa come nutrire i figli. Migliaia di persone dipendono da organizzazioni benefiche e banchi alimentari per sfamare se stesse e le loro famiglie.
Negli ultimi dodici mesi il Trussell Trust, il maggior banco alimentare della Gran Bretagna, ha dato da mangiare a 350.000 persone, 100.000 in più del previsto, con un aumento del 170% rispetto all’anno precedente.
Le persone ricorrono ai banchi alimentari per molti motivi. Alcune sono sotto-occupate, altre vittime di violenza domestica, altre ancora di usurai che approfittano dei poveri offrendo prestiti a interessi esorbitanti. La maggioranza è costituita da disoccupati, a cui i sussidi sociali sono stati tolti o ridotti in conseguenza dell’attacco frontale del governo contro chi viene considerato uno scansafatiche o un parassita.
Tutti questi fattori hanno alimentato quella che il Trussell Trust definisce un’ “epidemia” di fame, che diventa sempre più visibile in tutto il paese.
Clay Cross, per esempio, è un paesino di 5.000 abitanti nelle colline della zona rurale del nord del Derbyshire, un tempo un centro dell’industria carbonifera britannica.
Come molti centri della zona con un passato minerario,  Clay Cross passò tempi duri con la chiusura delle miniere negli anni Ottanta, ma negli ultimi tempi le cose hanno cominciato a peggiorare ulteriormente.
Una notte Inter Press Service ha visitato il banco alimentare locale del Trussell Trust, nella chiesa di Saint Bartholomew. All’interno i volontari esponevano parte delle due tonnellate di alimenti donate dai negozianti durante una raccolta di due giorni nei vari supermercati Tesco il fine settimana precedente.
Il banco alimentare è stato inaugurato nell’agosto 2012; da allora ha assistito 1.147 persone e sta aprendo altre filiali nelle vicinanze.
Uno dei suoi clienti era David, che ora lavora come volontario per il Trust. Ex- taxista, ha assistito per dodici anni in modo permanente e remunerato la moglie disabile, ma l’anno scorso, alla sua morte, ha perso il salario di assistente ed è rimasto per sette settimane senza entrate, in attesa del sussidio di disoccupazione. In quel periodo ha vissuto grazie a tre sacchi di provviste forniti dal banco alimentare.
I ritardi nel pagamento dei sussidi sono tra i motivi più comuni per cui la gente ricorre al banco alimentare; molti di quelli che lo fanno provano vergogna e umiliazione.
Il coordinatore del progetto, James Herbert e la sua equipe sono pronti a superare queste riserve e a dare il benvenuto a chiunque si avvicini, ma sono anche indignati all’idea che questi servizi siano necessari.
“E’ riprovevole. Il governo locale e quello nazionale dovrebbero vergognarsi di lasciare le persone in una situazione di dipendenza da un’organizzazione benefica per nutrire la propria famiglia” ha dichiarato.
La maggioranza degli utenti del servizio vengono mandati al Trust da organizzazioni caritatevoli o agenzie del governo, con buoni che permettono loro di ritirare alimenti solo per tre o quattro volte.
Bernard (nome di fantasia) è appena arrivato, inviato per la prima volta dall’Ufficio di collocamento  locale. Mentore volontario di 38 anni, lavorava con giovani trasgressori e riceveva il sussidio di disoccupazione fino a due settimane fa, quando questo gli è stato tolto perché non si era presentato a uno dei lavori offerti dall’Ufficio di collocamento  locale. Lui sostiene di non aver mai ricevuto quell’offerta e ha fatto ricorso. Se questo verrà accolto, potrà ricevere un fondo settimanale di 29 sterline (34 euro) per povertà o il sussidio pieno di 71 sterline (84 euro). Altrimenti non riceverà niente per altre sei settimane, sebbene viva in un appartamento senza gas, elettricità e alimenti.
“Sarò anche un parassita, ma in fin dei conti che altro devo fare? Rubare per sopravvivere? Se nel XXI secolo, in una delle nazioni più avanzate del mondo, la gente deve rivolgersi ai banchi alimentari, c’è qualcosa che non va, no?” ha dichiarato.
Colin Hampton, coordinatore del Centro per Lavoratori Disoccupati del Derbyshire, si è detto d’accordo.
“Oggi la situazione è peggiore che negli anni Ottanta. La gente viene da noi chiedendo qualcosa da mangiare in situazioni disperate e noi la mandiamo ai banchi alimentari. Apprezziamo la disponibilità ad aiutare, ma temiamo che, a meno di non esprimere la nostra indignazione, questa diventi la  norma. Le persone devono chiedersi perché sta succedendo tutto ciò”, ha detto.
Il primo ministro britannico David Cameron ha lodato il lavoro del Trussell Trust, ma i banchi alimentari sono una conseguenza diretta delle politiche governative dirette a cancellare i sussidi e gli interventi sociali senza curarsi delle conseguenze. Il deputato laburista Peter Hain ha accusato il governo di “terrorizzare” i disoccupati del suo distretto, obbligandoli a scegliere tra morire di fame e accettare lavori malpagati.
Il sistema ottocentesco della Legge di Poveri aveva un atteggiamento analogo, di punizione e dissuasione nei confronti degli operai poveri. Oggi la fame è una conseguenza della povertà nella settima economia mondiale e i più vulnerabili sono di nuovo penalizzati.
In queste circostanze i banchi alimentari possono essere un conveniente sostituti dell’assistenza sociale, giacché permettono agli eredi politici di Margaret Thatcher di impoverire ancora di più la rete di sicurezza sociale, partendo dall’idea che la popolazione può anche essere affamata, ma almeno non sta morendo di fame.
 
Matt Carr
 
Traduzione dallo spagnolo di Anna Polo
 
 
Fonte: Pressenza


Autore:  - Matt Carr - tradotto da Anna Polo


Licenza: Licenza Creative Commons
Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.


 

Articolo tratto interamente da Pressenza
 

Io non sono nessuno di Emily Dickinson


Io non sono nessuno

Io non sono nessuno! E tu chi sei?
Nessuno pure tu?
Allora siamo in due, ma non lo dire!
Potrebbero bandirci, e tu lo sai!
Che grande noia, essere qualcuno!
Quanto volgare dire il nome tuo
Per tutto giugno-come fa la rana-
a un pantano che ti ammira.

 Emily Dickinson

Proverbio del giorno

 
A volte ad occhi aperti si fanno grandi sogni.
 
 

martedì 14 maggio 2013

Vi ricordo i banner di questo blog

Se volete inserire un banner del mio blog, basta prelevare il codice html all'interno di ogni text area e copiarlo in un modulo.
Grazie mille per la condivisione.

 
 
Banner realizzato dal blog Grafic Scribbles.
 
 

 
Banner realizzato dal blog Web sul blog.

 
 
 
Banner realizzato dal blog Lufantasygioie.

 
 

Banner realizzato dal blog Lufantasygioie.

 
 
 
Banner realizzato dal blog Celeste-grafica.
 
 
 
 
Banner realizzato dal blog Celeste-grafica.
 


 
 
Banner realizzato dal blog Celeste-grafica.
 


 
 
Banner realizzato dal blog Celeste-grafica.
 


 
 
Banner realizzato dal blog Celeste-grafica.


 
 
Banner realizzato dal blog Celeste-grafica.
 


 


Banner realizzato dal blog Celeste-grafica.


 



Banner realizzato dal blog Graphics Phoenix