lunedì 4 aprile 2011

Monumenti d'Italia:La Fontana di Trevi (Roma)

Fontana di Trevi at night
La Fontana di Trevi è la più grande ed una fra le più note fontane di Roma, ed è considerata all'unanimità una delle più celebri fontane del mondo.
La settecentesca fontana, progettata da Nicola Salvi e adagiata su un lato di Palazzo Poli, è un connubio di classicismo e barocco.
La storia della fontana è strettamente collegata a quella della costruzione dell'Aqua Virgo acquedotto Vergine, che risale ai tempi dell'imperatore Augusto, quando Marco Vipsanio Agrippa fece arrivare l'acqua corrente fino al Pantheon ed alle sue terme.
Benché compromesso e assai ridotto nella portata dall'assedio dei Goti di Vitige nel 537, l'acquedotto dell'acqua Vergine rimase in uso per tutto il medioevo, con restauri attestati già nell’VIII secolo, poi ancora dal Comune nel XII secolo, in occasione dei quali si provvide anche ad allacciare il condotto ad altre fonti più vicine alla città.Il condotto dell’Acqua Vergine è il più antico acquedotto di Roma tuttora funzionante, e l’unico che non ha mai smesso di fornire acqua alla città dall’epoca di Augusto., poste in una località allora chiamata “Trebium”, che potrebbe essere all’origine del nome.
Il punto terminale dell’”Aqua Virgo” si trovava sul lato orientale del Quirinale, nei pressi di un trivio (“Treio”, nella lingua dell’epoca: altra ipotesi, abbastanza accreditata, sull’origine del nome). Al centro dell’incrocio venne realizzata una fontana con tre bocche che riversavano acqua in tre distinte vasche affiancate; risale al 1410 la prima documentazione grafica della “Fontana del Treio” (o “di Trevi”), così rappresentata. Poco tempo dopo, nel 1453, su incarico di papa Niccolò V, Leon Battista Alberti sostituì le tre vasche con un unico lungo bacino rettangolare, appoggiandolo ad una parete bugnata e merlata e restaurando i tre mascheroni da cui fuoriusciva l’acqua.
Dopo vari interventi di scarso rilievo, un altro importante restauro di tutto l’acquedotto fu compiuto nel 1570 ad opera di papa Pio V; in quell’occasione furono anche riallacciate le sorgenti originarie.

Continua la lettura su....Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Questo articolo è pubblicato nei termini della GNU Free Documentation License. Esso utilizza materiale tratto da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Photo credit  pedro_qtc    caricata su Flickr Licenza foto:Creative Commons

8 commenti:

  1. E' stupenda, l'ho vista ed è stata una forte emozione.

    RispondiElimina
  2. e' bellissima, poi con le luci che spettacolo!!
    cavaliere ti auguro un buon inizio settimana!! :)

    RispondiElimina
  3. bellissima foto...e domani sera spero di vederlaaaaaaaaaaaaa

    RispondiElimina
  4. Ma la parte più emozionante, per me, é quella relativa all'acquedotto di epoca romana.

    RispondiElimina
  5. Meravigliosa!! Ma sono troppo di parte! :-)
    Ci vado spessissimo...

    RispondiElimina
  6. Bellissima! Grazie per la pubblicazione.
    Un saluto carissimo
    Elsa

    RispondiElimina
  7. Ci sono tanti italiani che non sono mai andati a Roma. L'unica scusa possibile non avere soldi per un viaggio, per il resto Vergogna.

    RispondiElimina

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione.