giovedì 13 gennaio 2011

La Corte costituzionale ha dichiarato ammissibili i due referendum

La Corte costituzionale ha dichiarato ammissibili i due referendum, proposti da un vasto schieramento di associazioni e sindacati come la Cgil, contro il decreto Ronchi. In sostanza i cittadini saranno chiamati a decidere se sarà possibile privatizzare il servizio idrico. Sullo stesso argomento è stato invece bocciato il quesito dell'Idv che però ha visto promossi i referendum contro il ritorno del nucleare e l'eventuale costituzionalità del Legittimo impedimento.Ormai è certo e si tratta solo di stabilire la data, il referendum contro la privatizzazione dell'acqua (decreto Ronchi) promosso dal vasto schieramento, “Si Acqua pubblica”, che ha portato in avanti la campagna referendaria, è stato dichiarato ammissibile dalla Consulta.
La Corte Costituzionale ha infatto dichiarato ammissibile due dei quattro referendum contro la privatizzazione dell'acqua e uno sul nucleare. Ora quindi i cittadini saranno chiamati a votare i due quesiti che prevedono rispettivamente l'abrogazione delle norme sulle modalità di affidamento con gara a privati dei servizi pubblici di rilevanza economica, così come potrebbe decadere con il voto dei cittadini la tariffa del servizio idrico integrato in base all'adeguata remunerazione del capitale investito, una norma che fu introdotta dal governo Prodi.Niente da fare invece per il quesito, sempre sull'acqua, portato avanti dall'Idv, mentre il partito di Di Pietro ha visto invece promuovere il proprio referendum contro il ritorno del nucleare in Italia. Si tratta di 70 norme volute dal governo Berlusconi. Via libera anche per l'eventuale consultazione referendaria contro il legittimo impedimento qualora la Consulta lo considerasse costituzionale.

(ami)

Fonte:A.M.I. - Agenzia Multimediale Italiana

Autore post:(ami)

Licenza:Creative Commons(http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/3.0/deed.it)

Articolo tratto interamente da:A.M.I. - Agenzia Multimediale Italiana


4 commenti:

  1. grazie di questa notizia, ciao cavaliere buon pomeriggio!!

    RispondiElimina
  2. Ciao Cavaliere, il referendum è uno strumento democratico e come tale ben venga. Buona giornata.

    RispondiElimina
  3. Oh sono contento, ora i referendum andranno pubblicizzati, se no vanno come sempre 4 gatti a votare. Sta a noi blogger pubblicizzarli.

    RispondiElimina
  4. per certi referendum,non sarà diffcile decidere,ma per altri,mi sa che bisogna capire bene i pro e i contro.
    Buona giornata
    lu

    RispondiElimina

I commenti sono in moderazione e sono pubblicati prima possibile. Si prega di non inserire collegamenti attivi, altrimenti saranno eliminati. L'opinione dei lettori è l'anima dei blog e ringrazio tutti per la partecipazione.